Pubblicità
6.8 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeNotizieGiro d'Italia 2019. Arriva l'okay di Roma (già che c'erano, potevano aspettarne...

Giro d’Italia 2019. Arriva l’okay di Roma (già che c’erano, potevano aspettarne la fine)…

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione #Roma twitter@GaiaitaliaRoma #GirodItalia

 

Il Comune di Roma ci regala l’ennesima perla via comunicato stampa per giustificare l’ingiustificabile, nonostante le acrobazie dei vari addetti stampa, ritardo con il quale la capitale dà l’okay al passaggio in città del Giro d’Italia 2019. Naturalmente non sono solo ad essere in ritardo, ma la stampa ad essere bugiarda.

Recita il comunicato stampa:

Va ricordato e premesso che Roma ospita quasi 1000 eventi l’anno che sono preventivamente valutati nella Conferenza dei Servizi così come previsto dalla normativa. Nello specifico Roma Capitale ha istituito la Cabina di Regia degli eventi su strada finalizzata alla razionalizzazione degli eventi sportivi per  distribuire al meglio le manifestazioni previste in città e ridurre i disagi per la cittadinanza. Per quanto riguarda l’edizione del Giro d’Italia 2019, quando è stato proposto il percorso dall’organizzatore RCS, ha ricevuto il diniego da parte della Questura a cui sono seguiti i pareri negativi anche degli altri uffici competenti. In particolare, come espresso nei verbali della Polizia Locale per il Municipio VI, il percorso proposto dagli organizzatori per il passaggio del Giro d’Italia nella 4° tappa Orbetello-Frascati attraversa ben 4 quartieri con alta densità di popolazione e intenso traffico veicolare, interessando strade di fondamentale importanza, uniche arterie di collegamento con i molteplici paesi limitrofi a Roma e in particolare alcune zone rimarrebbero isolate proprio a causa del passaggio dei ciclisti. Non da ultimo l’impedimento a raggiungere, da parte del quadrante Roma Sud, l’Ospedale Universitario Policlinico Tor Vergata che, a causa delle delimitazioni, risulterebbe inaccessibile. Considerato il carattere di importanza che riveste l’evento si è comunque data l’opportunità agli organizzatori di presentare un percorso alternativo. Sono stati acquisiti oggi i pareri favorevoli per l’autorizzazione del nuovo percorso proposto che interessa il passaggio sulle strade del territorio Municipio VI, la cui manutenzione è di competenza della Città Metropolitana. Ora l’autorizzazione è stata trasmessa agli organizzatori.

Dunque si è trattato di un’opera di bene e di tutela nei confronti di Roma Capitale. Sarebbe la prima nel corso dei tre devastanti anni di amministrazione pentastellata. Anche questo è un cambiamento.

 

 





 

(2 maggio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO