Pubblicità

Casapound non vuole la bandiera della Pace sulla facciata del comune di Cerveteri

Data:

Condividi

Pubblicità

di Redazione #Lazio twitter@gaiaitaliacomlo #Cerveteri

 

 

I neofascisti di Casapound, quelli che occupano abusivamente un’intero caseggiato in pieno centro a Roma e ai quali tutto sembra essere concesso, non vogliono la bandiera della Pace sulla facciata del Comune di Cerveteri ed hanno sollecitato l’intervento del prefetto che, sollecitato proprio da Casapound (annamo bene) ha chiesto il parere del consiglio dei Ministri.

Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri, non è proprio uno che le manda a dire ed ha risposto alla sollecitazione della prefettura dichiarando che se “Salvini e il prefetto vogliono” che la bandiera venga tolta vadano prima da CasaPound a sgomberare la sede di Roma che il partito neofascista occupa da anni. E dopo ci preoccupiamo della bandiera della pace”.

La bandiera della pace è esposta da oltre cinque anni sulla facciata del comune di Cerveteri dal sindaco Alessio Pascucci, ed è “distante e ben separata dalle bandiere istituzionali” così come da dettami istituzionali. La polemica è, evidentemente, strumentale ad uso e consumo di chi vuole giocherellare con l’equilibrio democratico del paese.

 

 





 

(4 gennaio 2019)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservata, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

Pubblicità

altre notizie

Marta Bonafoni: “Il Parco Centocelle vedrà la luce. Azioni comitati hanno condotto a risultati”

di Redazione Politica “Stamane il sindaco Roberto Gualtieri e l’assessora Sabrina Alfonsi hanno annunciato il progetto per il Parco...

1 Dicembre, Mattia (PD): “Cinque anni dalla parte delle persone”

di Redazione Politica Giovedì 1 dicembre alle ore 18:00 in Via di Portonaccio 23 a Roma, Eleonora Mattia -...

L’assessora leghista e il concorso per tre posti da Vigile Urbano del comune di Ardea (di cui è assessora)

di Pa.M.M. E' assessora ad Ardea, delega ai servizi demografici e al personale, ma probabilmente sente il bisogno di...

L’AIE cambia le date di “Più Libri Più Liberi”. Soddisfazione dell’assessore Miguel Gotor

di Redazione Roma “Voglio esprimere la mia soddisfazione per la decisione resa pubblica oggi dall’Associazione Italiana Editori di cambiare,...