Home / notizie / #RaggiX di Giulia Tempesta: le bugie dei 5Stelle o la verità sul Reddito di Inclusione

#RaggiX di Giulia Tempesta: le bugie dei 5Stelle o la verità sul Reddito di Inclusione

di Giulia Tempesta #RaggiX twitter@gaiaitaliacomlo #Roma

 

 

Tocca purtroppo raccontare una volta di più, da questa rubrica, cosa sia il M5S che vive degli slogan utilizzati a scopo propaganda sul sito del Comune di Roma, usato come proprietà privata, ed invece quelle che, come consigliera PD in Campidoglio definisco “Le bugie dei 5stelle”. La questione riguarda il Reddito di Inclusione e l’uso dell’informazione che il M5S fa sulla delicata questione.

Insieme alPD di Roma, voglio infatti rendere noto che che “sul sito del Comune di Roma” c’è scritta una cosa cosa, ma poi “poi ordinano agli uffici di farne un’altra. Con atto amministrativo prot. n. 99145 del 29 novembre 2017, Roma Capitale ha impartito ai Direttori dei Municipi e ai Direttori S.E.C.S. un modello di attuazione del decreto legislativo n. 147/2017, che di fatto nega l’accesso alla misura del REI e genera discrezionalità nella valutazione delle domande. Se da una parte, infatti, il Comune di Roma fa finta di voler seguire il dettato normativo, descrivendo sul proprio sito la procedura da seguire per la presentazione della domanda e prevedendo che la stessa venga “raccolta presso l’apposito sportello, già debitamente compilata, per un “contestuale” inserimento informatico sulla piattaforma dedicata dell’INPS”; dall’altra nel concreto l’accesso alla presentazione della domanda viene reso possibile soltanto mediante appuntamento da prendere agli sportelli dei municipi oppure tramite il sistema tupassi, che, per fare un esempio, per il III municipio prevede appuntamenti per il 12 dicembre 2018!”.

Voglio quindi, unitamente ad un comunicato del PD di Roma, raccontare come “ogni volta che Governo (e Regione) predispongono qualcosa di buono per la Capitale, l’amministrazione Raggi fa di tutto per non occuparsene. Per quale motivo” mi chiedo insieme al PD di Roma la Giunta Raggi “non consente ai cittadini di usufruire di un loro diritto, facendo semplicemente presentare le domande subito agli sportelli dei municipi, senza dover attendere un anno soltanto per avere un semplice appuntamento?“.





(5 gennaio 2018)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata





 

Comments

comments

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi