Pubblicità
21.1 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeNotiziePaolo Ferrara (M5S): serve un vaccino che protegga dalla confusione governativa. Chi...

Paolo Ferrara (M5S): serve un vaccino che protegga dalla confusione governativa. Chi meglio di lui può dirlo?

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di G.G., #Roma

 

 

“Una circolare che nessuno interpreta allo stesso modo perché è scritta male”, così inizia il comunicato di Paolo Ferrara che non lascia passare giorno senza rendere noto il suo pensiero con lunghi scritti. “Anche stavolta”, continua la nota “dovrà intervenire il Tar sui provvedimenti del governo. Il Tar ha dovuto lavorare di più negli ultimi 4 anni per correggere gli errori del governo Napolitano-Bersani-Letta-Renzi-Gentiloni [sic] che nelle precedenti dieci legislature (cioè in circa 40 anni, sembra un po’ esagerato… ndr).

Ferrara continua la nota gridando che “l’applicazione della nuova normativa è infatti lasciata al libero arbitrio interpretativo di Regioni e Comuni che stanno decidendo autonomamente. Ad esempio in una Regione non è previsto l’allontanamento dalle scuole dei bambini non vaccinati, in tutte le altre sì. Com’è possibile? Si tratta di una legge delicata che ha preoccupato le famiglie e gli operatori scolastici; la superficialità della circolare non fa che alimentare le possibili tensioni e i problemi di ordine pubblico. Questo governo non ha a cuore le famiglie e non tutela i bambini. E’ vergognoso. Chiediamo chiarezza immediata, la circolare deve essere applicata in maniera uniforme e devono essere fornite indicazioni dettagliate che colmino le carenze del quadro normativo di riferimento”.

Anche se sembra stia parlando di uno dei tanti provvedimenti demenziali della Giunta Raggi, il capogruppo del M5S in Campidoglio Paolo Ferrara sta parlando, nella nota stampa giunta in redazione, della legge che obbliga i bambini alla vaccinazione. Suona strano che Ferrara si esprima, da consigliere locale quale è, su una legge nazionale, e pare francamente esagerato – e totalmente ininfluente dal punto di vista della comunicazione – il suo infantile giochetto su un inesistente governo a cinque nomi. Gli unici che governano diretti da qualcun altro, è noto anche agli infanti, sono i consiglieri e i Sindaci a 5 Stelle delle città che hanno la ventura di averli al governo.




 

(12 settembre 2017)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO