L’allenatore di basket prende a sberle la giocatrice che sbaglia. Le consigliere regionali Bonafoni e Mattia: “Vengano presi provvedimenti immediati”

Data:

Share post:

di Giovanna Di Rosa

Le cronache registrano l’ennesimo episodio di violenza maschile su una donna, un’atleta per di più minorenne: parliamo di un allenatore di basket che ha preso a schiaffi, di fronte a tutto lo stadio, un’atleta che ha sbagliato un tiro.

Sulla questione intervengono Marta Bonafoni, capogruppo della lista civica Zingaretti in Regione LazioEleonora Mattia Presidente IX Commissione Consiglio regionale del Lazio che condannano l’episodio in due distinti comunicati stampa.

“È veramente molto grave” scrivo Bonafoni “ciò che è avvenuto durante una partita di basket femminile di serie C, quando il coach di una squadra ha letteralmente preso a schiaffi, davanti a tutto lo stadio, una sua atleta diciassettenne che aveva sbagliato un tiro. Un episodio inaccettabile, che riproduce anche nello sport discriminazioni e violenza di genere. Mi unisco” chiosa Bonafoni “alla richiesta avanzata da Associazione Differenza Donna e Assist Associazione Atlete perché tanto il CONI quando la Federazione Pallacanestro prendano provvedimenti contro l’allenatore”.

Per Eleonora Mattia sono “gravissime e inaccettabili le immagini che mostrano un episodio di violenza in campo durante una partita di Serie C di basket femminile durante la quale l’allenatore di una delle due squadre ha colpito con uno schiaffo un’atleta, forse a causa di un errore di gioco. Un episodio plateale nei confronti di una giovanissima ragazza di 17 anni e che non fa che confermare l’urgenza della battaglia sulla parità di genere nel mondo dello sport, ambiente ancora estremamente maschilista dove le dinamiche tossiche e violente vengono riprodotte spesso a riflettori spenti. A questo mi sono dedicata in Consiglio regionale con una proposta di legge già licenziata in IX Commissione pari opportunità e che spero concluda presto il suo iter in commissione bilancio e poi in aula. Servono strumenti concreti per agire oltre che uno sforzo collettivo, di tutti i soggetti in campo, per costruire una cultura dello sport diversa, inclusiva e paritaria. Anche per questo – chiude così il comunicato Eleonora Mattia – mi unisco alla ferma condanna e denuncia lanciata dalle Associazioni Differenza Donna e Assist sull’accaduto chiedendo un tempestivo intervento da parte del Coni e della Federazione Pallacanestro nei confronti dell’uomo”.

 

(23 maggio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 



altre notizie

Marta Bonafoni all’evento “C’è il futuro in Ballo!”, da lei organizzato

di Redazione Politica Sono tanti i nomi presenti nel programma dell’evento di questa sera “C’è il futuro in Ballo!”,...

Rifugiati, Bonessio (Ev): “Milioni di profughi ambientali a causa di politiche scellerate di sfruttamento delle risorse”

di Redazione Politica Nel giorno in cui si celebra il diritto all’accoglienza, oltre ai rifugiati costretti a scappare dai...

Alessandro Di Battista: “Presto andrò in Russia” (anche lui, perché ormai è un vizio)

di Daniele Santi Alessandro Di Battista ha annunciato, anche lui!, che presto andrà in Russia non per la pace (non...

Grottaferrata per la prima volta ha un Sindaco al primo turno: vince Mirko Di Bernardo

di Redazione Politica Per la prima volta a Grottaferrata un Sindaco è stato eletto al primo turno. Si tratta di Mirko Di...