Bengalese preso a calci in faccia e filmato. A processo il trapper Sayanbull e i suoi tre amici

Date:

Share post:

di Redazione Roma

Il trapper Sayanbull e i suoi tre amici erano stati arrestati nel novembre 2020, dopo che si erano accaniti a ritmo di rap contro altri cantanti “tossici, balordi e criminali” e che due di loro avevano aggredito un ragazzo del Bangladesh considerato “indegno di essere un uomo” filmato mentre veniva preso a calci in faccia.

Era stato Fedez a denunciare la vicenda dopo avere visionato il video dove il giovane straniero veniva pestato, e il pestaggio filmato. Sui quattro, scrive Repubblica, Manuel Parrini, Tiziano Barilotti, Alex Refice e Omar Nguale Ilunga, pende ora una richiesta di rinvio a giudizio per sequestro di persona, violenza privata e propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale.

Il 7 marzo 2020 i quattro avevano fatto irruzione in uno studio di registrazione musicale dove altri trapper stavano facendo delle prove, impedendo fisicamente ogni via di fuga e iniziando a colpire selvaggiamente anche con tecniche di arti marziali e pugilato, costringendo poi le vittime, sanguinanti, a restare in ginocchio e con lo sguardo rivolto in basso, a sottolinearne quella che gli inquirenti definiscono “la sottomissione agli aggressori”. Dopo almeno un’ora, i quattro si sono allontanati dalla sala di registrazione.

Ad aprile 2020, ma la data – come riporta Roma Today – non è ancora accertata, i quattro si erano improvvisamente e senza alcun motivo scagliati su un passante, cittadino di origini extracomunitarie, pestandolo con violenza brutale e lasciandolo a terra privo di sensi.

 

(19 dicembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



altre notizie

Marta Bonafoni: “Benvenuta nel Lazio a Elly Schlein”, a supporto del fronte ecologista e progressista

di Redazione Politica “Sono molto contenta che Elly Schlein abbia deciso di venire nel Lazio per supportare candidate e...

Il Questore vieta la manifestazione di Casapound che taccia la decisione di “Inaccettabile”

di P.M.M. Uno sfregio continuo quello di Casapound alle decisioni dello Stato. Dall'occupazione di un'intero stabile all'Esquilino al giudizio...

L’allenatore di basket prende a sberle la giocatrice che sbaglia. Le consigliere regionali Bonafoni e Mattia: “Vengano presi provvedimenti immediati”

di Giovanna Di Rosa Le cronache registrano l'ennesimo episodio di violenza maschile su una donna, un'atleta per di più...

Nicola Zingaretti: “Alleanza con M5S un dovere”

di Daniele Santi In diretta dallo spazio de "La Stampa" al Salone del Libro di Torino il presidente della Regione...