Elezioni comunali 2021: “Stai calmo che vince Gualtieri”

Date:

Share post:

di Vittorio Lussana, #pensieriniromani

Non è che astenendosi, gli italianucci piccolo borghesi mi abbiano fatto molto contento. Lo credono loro, ma non è così. Qualcuno – anzi qualcuna – me lo ha anche detto, raccontandomi di aver salvato l’amica No vax che non si voleva vaccinare e che, dopo, ha cambiato idea. Quando stava per andarsene all’altro mondo. Che bello! Debbono sbatterci il muso, certe coglione, per capire.

La sconfitta del centrodestra, anche di quello moderato, proviene da lì: non so se è chiara la cosa, che tanto in questo Paese vi riempite la bocca con i fenomeni marginali, quelli che fanno casino: il dettaglio minimale in primo piano. Come nel calcio: “Roberto Bettega ha fatto una bella giocata”. Peccato che abbia preso 4 traverse in Argentina, nel 1978. E lui stesso, che è persona onesta, lo ha spiegato più volte: “Io, che sono stato un calciatore, so bene che quando colpisci la traversa hai sbagliato il tiro…”. No, per un intero pezzo d’Italia conta il fatto che siamo “minacciosi” nei confronti degli avversari, che “stiamo attaccando”, che “li stiamo mettendo sotto”…

Conta più l’effetto che la sostanza, secondo i nostri cattolici ignavi, che restano alla finestra quando hanno capito che, stavolta “aveva ragione la sinistra” e che, a destra, stavano sparando minchiate sin dall’inizio. Uno dei portuali di Trieste, intervistato ieri a L’aria che tira su La7, lo dice ancora oggi, senza alcuna vergogna, parlando di “pandemia inesistente”. Giuro che ha detto così. E io, che ho avuto 3 morti in famiglia e un redattore di Tor Bella Monaca figlio di un amico di mio padre, ritrovato morto in casa dopo 4 giorni, dovrei restare calmo perché “tanto vince Gualtieri”.

A me non frega che vinca la sinistra: a me interessa un Paese sano di mente, lo capite o no? Se mandate avanti la gente sbagliata, cari politici inconsistenti, la colpa è vostra, non di Soros, della finanza ebraica, di Bill Gates o del cazzo che vi si frega a tutti quanti. Non è che siete al di sotto della media della classe politica degli altri Paesi: siete al di sotto dell’intelligenza punto e basta. Siete il punto di congiunzione tra il Sapiens e il Neanderthal, senza essere veramente né l’uno, né l’altro. A mezza strada, incerti se rimanere nelle caverne, oppure provare a fare qualcosa di meno arretrato. E’ una critica politica, of course…

Insomma, anche se ha vinto la sinistra, a questo giro sappiate che non sono per niente tranquillo. Anzi, sono su tutte le furie, come prima e più di prima, cazzàri che non siete altro. Stupidi e bugiardi, che capite sempre tardi quando le cose si mettono male. Sempre tardi, quando tutto ormai è trasceso e non ci si può far più niente. Eppoi i beoti saremmo noi giornalisti…

Passi lunghi e ben distesi, carissimi italiani. Vediamo cosa mi votate al prossimo giro, quello delle politiche. E vediamo se siete capaci di stare lontano dai guai. Lo vedremo, se ne siete capaci e se avete capito veramente, questa volta…

 

(19 ottobre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



altre notizie

Marta Bonafoni: “Benvenuta nel Lazio a Elly Schlein”, a supporto del fronte ecologista e progressista

di Redazione Politica “Sono molto contenta che Elly Schlein abbia deciso di venire nel Lazio per supportare candidate e...

Il Questore vieta la manifestazione di Casapound che taccia la decisione di “Inaccettabile”

di P.M.M. Uno sfregio continuo quello di Casapound alle decisioni dello Stato. Dall'occupazione di un'intero stabile all'Esquilino al giudizio...

L’allenatore di basket prende a sberle la giocatrice che sbaglia. Le consigliere regionali Bonafoni e Mattia: “Vengano presi provvedimenti immediati”

di Giovanna Di Rosa Le cronache registrano l'ennesimo episodio di violenza maschile su una donna, un'atleta per di più...

Nicola Zingaretti: “Alleanza con M5S un dovere”

di Daniele Santi In diretta dallo spazio de "La Stampa" al Salone del Libro di Torino il presidente della Regione...