Pubblicità
12.6 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeNotizieC'era un Bruce Lee a Valle Aurelia #pensieriniromani di Vittorio Lussana

C’era un Bruce Lee a Valle Aurelia #pensieriniromani di Vittorio Lussana

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Vittorio Lussana #pensieriniromani

Io voglio proprio scriverlo agli amici attivisti del movimento Lgbt+1 parentesi quadra e via dicendo: voi non vi dovete baciare nelle stazioni della metropolitana. C’è il Covid che ‘galoppa’, capito? Poi succede che vi ammalate. Il Tizio che vi ha aggrediti era in pensiero per voi, capito? Era troppo preoccupato. E così ha deciso di esternare le sue paure a modo suo. Era tutto lì il problema: perché arrivare a denunciarlo per aggressione, scusate?

Lui è un classico maschio ‘etero’ di destra: loro le fidanzatine le ammazzano “per troppo amore”, come ha detto una volta anche la Barbara D’Urso. Voi proprio non lo capite il maschio italiano ‘etero’ di destra: lui non vuole picchiarvi perché vi baciate. Lo fa perché è geloso e vuole un bacino anche lui. Ha un problema serio: sa di essere gay, lo sente dentro di sé e nessuno lo aiuta. Allora, a un certo punto, lui vede che state lì a baciarvi e si rispecchia in voi. E in testa gli salta tutto, in un cortocircuito totale. Gli si intrecciano i neuroni, perché non si sente amato. Nessuno gli vuol bene a quelli lì, che usano il dopobarba per “l’uomo che non deve chiedere mai”.

Il maschio etero di destra va capito, ragazzi: ultimamente, gli hanno pure detto che deve votare per Salvini. E questa cosa lo ha mandato in ulteriore confusione: “Votare Salvini? Quello che diceva che al centro-sud non facciamo un cazzo dalla mattina alla sera”? Già questo input lo ha mandato mentalmente in ‘barchetta’. In più, voi vi baciate in banchina a Valle Aurelia, a soli due binari di distanza da lui… Dai su, ragazzi: questa sì che è una provocazione bella e buona.

Io ho sempre avuto paura ad attraversare i binari. Persino alla stazione ‘Balduina’ della Roma-Viterbo, dove passa un treno diesel a binario unico che viaggia a 90 all’ora, quando è in discesa e col pilota a stomaco vuoto. Lui, invece, a Valle Aurelia ne ha saltati addirittura due di binari: avete visto che ha fatto? Era di là, quindi neanche tanto vicino, ma vi ha visti lo stesso. E mentre voi stavate lingua in bocca, con un salto è sceso in massicciata, ha attraversato i due binari ed è saltato sulla vostra banchina con fare atletico.

Dopo la rissa, si è pure sbagliato e ha preso il treno per Viterbo, ma fa niente… Lui doveva andare a piazzale Flaminio: siete stati voi a mandarlo in confusione. Gli avete fatto sbagliare direzione: certo che siete proprio ‘strani’, voialtri del gruppo Lgbt+1 elevato alla quarta, che fa sempre 1.

In ogni caso, l’importante per lui era fare un po’ di boxe thailandese. Aveva bisogno di un paio di sparring, ha visto voi due e vi ha selezionati per fare un po’ di allenamento. Avete visto che stile, che classe, che portamento? Stava con la ‘guardia alta’, da autentico esperto: lo avete notato? Lui sì che è ‘figo’ nel praticare quel tipo di boxe lì: quella che si fa sia con i pugni, sia con i calci, facendo piroette come nei film di Bruce Lee (che sono gli ultimi che ha visto, tra l’altro…).

Ma voialtri non lo ricordate proprio Bruce Lee? Ma come venite su, voi del gruppo Lgbt+1 parentesi graffa, più i Village People, meno Lady Gaga? A cosa giocate da ragazzini? Alla Barbie in roulotte che cerca di trombarsi Ken senza pistolino? Ecco perché poi diventate utopici e volete sposarvi come tutti gli altri. Tutti gli altri, sì: la gente normale, quella perbene, che guarda i film con Bruce Lee e, dopo, scende in strada a picchiare il primo che passa sul marciapiede.

Eh! Ragazzi miei: dovreste iscrivervi anche voi a un corso di boxe thailandese. Così diventate dei veri maschi italiani all’ultimo grido, come Salvini: altro che bacini e bacetti…

 

(23 marzo 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 




PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO