Pubblicità
17.6 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeL'Opinione RomaLa Sindaca in scadenza e il "Museo del fascismo" e non "contro...

La Sindaca in scadenza e il “Museo del fascismo” e non “contro i crimini del fascismo” e fa retromarcia…

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa #Lopinione twitter@GaiaitaliaRoma #NoFascismo

 

Al M5S doveva piacere molto l’idea di istituire un Museo del fascismo nella Capitale, idea perfetta sotto elezioni e con la Sindaca Raggi alla canna del gas, e probabilmente piaceva anche lei l’idea di fare contenta la Roma nera, quella alla quale la sede di Casapound non basta e che aveva forse spinto per l’approvazione della mozione a firma della consigliera cinquestelle Gemma Guerrini: ma l’ANPI si è mesa di traverso.

Il “No” è stato secco e motivato: non trattandosi di un museo contro i crimini del fascismo come è stato fatto in Germania, di un Museo del fascismo a Roma non se ne parla nemmeno, insomma: basta il casermone di Casapound. E avanza.

La mozione, che Repubblica pubblica qui, parla genericamente di “un grande museo (…)” che “funga da polo attrattore [sic] per scolaresche, curiosi, appassionati ma anche turisti da tutto il mondo”, e parlerebbe di “operazioni culturali di analisi critica del periodo del nazismo” basandosi sulla necessità culturale di “contrastare il negazionismo e l’ignoranza” poi qualche fronzolo qua e là sui rigurgiti neofascisti che “anche recentemente hanno offeso Roma e i suoi cittadini”. Insomma, non ci fanno mancare niente questi grillini.

La Sindaca Virginia Raggi che pur di rimanere in sella è disposta in questo momento a fare quasi tutto, persino a fingersi democratica e antifascista, ha immediatamente bloccato la mozione.

 

(3 agosto 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 





 

 

 

 

 

 




PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO