Pubblicità
17.1 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeCampidoglio & Municipi#RomaDecide (è la Sindaca che non ne è capace) o del Bilancio...

#RomaDecide (è la Sindaca che non ne è capace) o del Bilancio Partecipativo [sic] di Roma Capitale

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione #Roma twitter@GaiaitaliaRoma #Campidoglio

 

Eccola la propaganda del pentaimmobilismo capitolino raccontare, attraverso uno dei tanti comunicati stampa di ridondanza indescrivibile, che “i cittadini potranno decidere insieme all’Amministrazione capitolina come investire 20 milioni di euro del bilancio del Campidoglio, in progetti per il decoro urbano”.

Dunque quei 20 milioni di euro hanno già una destinazione, ma i cittadini di Roma potranno decidere come spenderli. Così che i casi sono due: o questi si esprimono male o non c’è decisione dei cittadini. Essendo i venti milioni già destinati al decoro urbano

Eccola quindi la meravigliosa #RomaDecide, con tanto di hashtag a beneficio dei pentadasocial, che dà avvio “alla prima esperienza di bilancio partecipativo di livello cittadino, con il coinvolgimento di tutti i territori municipali, grazie al nuovo Regolamento votato dall’Assemblea Capitolina e alla successiva approvazione in Giunta della delibera attuativa” con tanto di dichiarazione della Sindaca Meravigliosa che continua a lanciare proclami e basta. Il processo partecipativo “si rivolge sia ai singoli cittadini, che potranno partecipare online attraverso il portale istituzionale, sia ai 15 Municipi che avranno la possibilità di presentare e sostenere progetti e organizzare incontri sul territorio con la cittadinanza. Dal 10 giugno al 15 luglio i cittadini residenti e i city user “ – non trovate eccessivo questo inutile uso della lingua inglese che non serve né ai romani né agli stranieri residenti – “che svolgono nel territorio romano un’attività di studio o lavoro, possono pubblicare sul sito di Roma Capitale le loro proposte di intervento, mentre possono sostenere quelle di loro gradimento fino 21 luglio. Le proposte che otterranno almeno il 5% dei sostegni complessivamente ricevuti da tutti i progetti che ricadono nello stesso territorio municipale passeranno alla fase successiva e verranno esaminate dal tavolo tecnico per una valutazione tecnico-finanziaria. Le proposte giudicate ammissibili saranno sottoposte a consultazione e voto online dal 12 al 21 ottobre. La presentazione delle proposte da parte degli organi municipali è possibile fino al 15 settembre. A questi progetti è riservato circa il 20% dei fondi destinati per ogni territorio. Sono previste risorse specifiche premianti, finalizzate alla realizzazione dei progetti nei territori in cui è stata registrata una più alta partecipazione”.

Eccola la nuova iniziativa del Comune di Roma della Sindaca Immobile. Così complicata da attuare che fa di Roma e di questa Amministrazione, un binomio senza speranza. Come senza partecipazione rimarranno coloro che non hanno accesso, per varie ragioni, o non sono in grado di usare internet.

 

 





 

(10 giugno 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 

 




 

 

PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO