Home / Comune di Roma / Roma Capitale corre al riparo di se stessa dopo la tragedia della Metro a Repubblica

Roma Capitale corre al riparo di se stessa dopo la tragedia della Metro a Repubblica

di Redazione #Roma twitter@gaiaitaliacomlo #Cronaca

 

Come sempre succede dopo che a Roma succede qualcosa di serio la giunta della Sindaca dei Miracoli che non ha poteri e quindi non può agire, così che ne vuole di più per continuare a non far nulla – perché un conto è non saper fare nulla con pochi poteri un altro conto e fare ancora meno con maggiori poteri – si affretta a comunicare con una nota ufficiale di avere fatto tutto il possibile per garantire la sicurezza della metro e la sua manutenzione, cosa che nessun organo di stampa – nonostante il comunicato giunto in redazione dica il contrario, ci si è limitati a registrare ciò che accade, sotto gli gli occhi di tutti i romani – ha mai messo in discussione. Il comunicato riporta quanto segue:

In merito a notizie di stampa sulla richiesta del 2015 di intervento manutentivo da parte di Atac a Roma Capitale, l’Amministrazione precisa di aver messo a Bilancio 2018-2020 circa 11 milioni di euro per manutenzione e sostituzione di scale mobili e ascensori delle metropolitane per rispondere alle esigenze e necessità primarie dell’azienda dei trasporti. Inoltre 18 milioni di euro per la sostituzione di ruote e deviatoi della Metro A, così come 425 milioni di euro destinati alle infrastrutture delle metro e all’acquisto di nuovi treni. Queste le risorse impiegate a servizio della sicurezza delle metropolitane di Roma. La sicurezza del trasporto pubblico della Capitale è nostra priorità. Per rispondere alle esigenze dell’azienda ad agosto 2016 abbiamo impiegato 18 milioni per la sostituzione delle ruote dei treni e dei deviatoi sulla Metro A, indicati da Atac come urgenza primaria. A maggio 2017 l’amministrazione ha poi lavorato per compilare e redigere schede e progetti per il restyling delle metro e il rinnovo dei binari, documentazione presentata al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per un importo di 425 milioni di euro. Nel frattempo abbiamo messo a Bilancio 2018-2020 risorse per un importo di 11 milioni di euro per la sostituzione e manutenzione di 22 scale mobili, 4 marciapiedi mobili e 22 ascensori delle metro. Interventi per cui Atac sta predisponendo gli atti di gara. Lavori che saranno effettuati nel 2019.

Così in una nota l’Assessore alla Città in Movimento di Roma Capitale, Linda Meleo che giustamente informa la cittadinanza sulle cose che Roma Capitale ha fatto. Non spiega l’assessora, e fa male perché Atac e Roma Capitale hanno un certo tipo di partnership diciamo così, se siano state, e a chi siano state, richieste spiegazioni sulle eventuali mancanze, cosa Roma Capitale e Atac intendano fare affinché nulla di simile possa più accadere in futuro e se la Città di Roma e Atac abbiano intenzione di fare passi consistenti per accedere ad un risarcimento dei danni per l’accaduto. Gradita sarebbe, non solo alla stampa, un’indagine precisa sull’accaduto con l’individuazione dei responssabili e conseguenti e coerenti azioni legali.

Tutto sarebbe meglio, concludendo, che continuare a muoversi sui binari del dare la colpa agli altri, unica azione politica chiara e coerente della politica incapace che governa e devasta Roma.

 





 

(25 ottobre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

Comments

comments

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi