Home / notizie / Campidoglio, il M5S Ferrara alla guerra contro l’ex Paolo Pace definito “Protagonista di fallimenti”

Campidoglio, il M5S Ferrara alla guerra contro l’ex Paolo Pace definito “Protagonista di fallimenti”

di G.G., #Roma

 

 

La guerra lanciata contro il mondo dal M5S, o del rancore al potere, hanno nel capogruppo in Campidoglio Paolo Ferrara uno dei più fieri e testardi condottieri. Egli, ignaro del pericolo e delle conseguenze, lancia accuse a destra e a manca.

E’ ora il momento di attaccare l’ex 5Stelle Paolo Pace (leggete qui l’intervista che ci ha rilasciato un paio di mesi fa), passato a FdI facendo saltare il Municipio VIII, rispetto al quale Ferrara picchia pesante: “Le accuse di Paolo Pace su una presunta congiura perpetrata ai suoi danni circa la riqualificazione degli Ex Mercati Generali sono ridicole e prive di qualunque fondamento. È evidente come l’ex presidente dell’VIII Municipio fatichi a metabolizzare i numerosi fallimenti di cui si è reso protagonista, cercando di praticare la puerile arte dello scaricabarile e di attribuire ad altri le proprie responsabilità. L’unica verità è che Pace non è riuscito a tenere fede al mandato che gli era stato affidato, dimostrandosi del tutto incapace di assolvere ai propri compiti in maniera adeguata e favorendo l’insorgenza di malumori diffusi all’interno del gruppo consiliare di maggioranza. Un’insoddisfazione che il sottoscritto e Marcello De Vito hanno tentato faticosamente di arginare, con esiti purtroppo negativi. Se solo Pace avesse compreso sin dal principio lo spirito e gli ideali che sottendono al Movimento, avrebbe sicuramente evitato di avventurarsi in illazioni di questo genere. Nel gruppo M5S non esistono ‘ali’, fazioni o frange, bensì un’unica visione e un unico obiettivo: fare della buona politica nell’esclusivo interesse dei cittadini. Ed è proprio ciò che sta facendo questa Amministrazione, con buona ‘Pace’ di chi è animato da sterili propositi di rivalsa”.

La nota stampa che pubblichiamo per intero, è giunta in redazione nel tardo pomeriggio del 21 agosto, e più che la nota di un politico sembra una risposta isterica data via social a qualcuno che ci sta rompendo le scatole o che non ci sta simpatico, o sul quale dobbiamo in qualche modo, pubblicamente, rivalerci.



Paolo Ferrara, è quel rappresentante del M5S che chiedeva con una nota stampa di qualche giorno fa, che allo stadio della Roma venisse impedito l’ingresso ai rappresentanti del PD rispolverando una vecchia tradizione del M5S: quella delle liste di proscrizione. Settembre sta arrivando ed i problemi che con la loro politica da social network i rappresentanti del M5S si sono rifiutati di risolvere, perché incapaci di risolverli, stanno lì pronti a presentare il conto.

Sarà un conto salatissimo e non ci saranno abbastanza persone da accusare in tutta Roma per Ferrara ed i suoi sodali di inconcludenza.

 




(22 agosto 2017)

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi