Pubblicità

Breve storia faceta di Barillari, Cunial, di un’occupazione di venti ore, dell’Ambasciata di Svezia e di asili politici

di Paolo M. Minciotti, #politica

Era iniziata con post, video e fotografie, la coraggiosa avventura faceta dei consiglieri Barillari e Cunial alla Regione Lazio, che avevano dato il via ad una occupazione ad oltranza della Regione Lazio, condita di post, video e dirette video e di toni trionfanti, perché in un mondo di eroi c’è sempre bisogno di eroi.

Eravamo al 14 ottobre, il nostro sito Roma Notizie | Gaiaitalia.com ne aveva parlato il 15 ottobre scorso: erano giorni di grandi dichiarazioni e sembravamo alla vigilia dell’ennesima rivoluzione del culo al caldo, quelle rivoluzioni dove si parla tanto e a vanvera, ma non si fa nulla di ciò che si dice, perché era il primo giorno di Green pass obbligatorio.

Raccontano le solite malelingue che gli eroi del popolo Barillari e Cunial, occupavano una stanza della sede della Regione Lazio decisi a rimanerci “ad oltranza, fino a che qualcuno non li porterà via con la forza” perché “resistere è esistere”. Ma poi, vuoi la fame, vuoi la noia, vuoi la stanchezza, vuoi che il mondo va avanti anche senza eroi del popolo, vuoi che li fanno evacuare a forza 13 ore dopo, a causa di un positivo al Covid nella sede della Regione Lazio, l’occupazione va a puttane. Anche lei.

Così tocca un’azione strabiliante ad uso dei followers; quindi Barillari e Cunial comunichino al popolino adorante di trovarsi di fronte all’ambasciata svedese per chiedere asilo politico. Avete letto bene. Asilo politico.

 

Ecco l’ennesima pagliacciata di due incivili e ignoranti: il consigliere regionale del Lazio Davide Barillari e la…

Pubblicato da Stefano Albamonte su Sabato 16 ottobre 2021

 

(17 ottobre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI

seguiteci

4,765FansMi piace
2,382FollowerSegui
128IscrittiIscriviti
Pubblicità

Ultime Notizie