Home / notizie / Il nuovo guasto alle scale mobili, questa volta a Cornelia, con alcuni feriti

Il nuovo guasto alle scale mobili, questa volta a Cornelia, con alcuni feriti

di Redazione #Roma twitter@GaiaitaliaRoma #Metro

 

L’incidente sabato scorso, 30 marzo, ma non se n’è saputo nulla per qualche giorno. Poi Leggo.it ne ha parlato e raccontato. Secondo il racconto del quotidiano sabato pomeriggio, alla stazione di Cornelia, per il blocco di un “impianto di risalita”, noi volgarmente li chiamiamo “scale mobili” anche se fa troppo supermercato, ci sono stati 8 feriti (altri dicono sette) a causa di un’improvviso blocco che ha scaraventato a terra chi ci stava sopra, a quegli “impianti di risalita”. Un’anziano signore c’ha rimesso le mani, entrambe fasciate, e la faccia. Tumefatta per il colpo. Dopo avere raccontato in preda all’ansia che si è trovato sommersi da sei persone, tra le quali anche bambini.

L’uomo è stato medicato in ospedale con 35 giorni, trentacinque!, di prognosi. Raggi grida che rimuoverà i vertici di Atac, Barberini è sotto sequestro della Procura e a Flaminio non funziona un solo impianto di risalita. Nemmeno la linea blu (metro B) si sente troppo bene. Si fermano un sacco di treni e la frequenza è più una bradicardia. Certo non tutti i giorni. Ci sono giorni più sfigati di altri. Perché ormai ci si affida alla fortuna, notoriamente cieca…

 




 

(2 aprile 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

Comments

comments

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi