Home / Cronaca Lazio / Tra cinghiali, ungulati e cani rintanati in casa a Roma pare di stare allo zoo

Tra cinghiali, ungulati e cani rintanati in casa a Roma pare di stare allo zoo

di G.G. #Roma twitter@gaiaitaliacomlo #Cinghiali

 

 

Noi, i cronisti dello Zoo di Roma, siamo costernati perché non sappiamo più da che parte guardare: da un lato i silenzi della Sindaca che è data per scomparsa almeno dall’infausto giugno in cui i romani cascarono nell’augusta trappola; dall’altra i silenzi di Paolo Ferrara che continua a twittare insensatezze contro Zingaretti per far dimenticare al popolo dell’augusta trappola di cui sopra di essere indagato, lui paladino dell’onestà e della coerenza, poi ci sono gli animali dello Zoo di Roma. Quello urbano ed extraurbano che si muove puntualissimo, al contrario degli autobus, in accordo con le leggi della natura.

Da mesi, tra i nostri amici cani e gatti, i gabbiani graditi ospiti – bestioline che non ci vanno tanto per il sottile con le loro vittime – gazze, corvi, si sono insinuati i cinghiali che avendo fame, cercano cibo dov’è. Che ci siamo uomini o no è del tutto irrilevante. Come la nostra storia, assai prima dei migranti, insegna quando hai fame hai fame e cerchi cibo. Succede agli esseri umani e succede agli animali.

I cinghiali hanno il difettuccio di essere incazzerecci, soprattutto se hanno i piccoli, e di attaccare se si sentono minacciati; al contrario degli esponenti del M5S che si sentono minacciati sempre ed attaccano a cazzo, i cinghiali raramente sbagliano il bersaglio e quando attaccano sanno dove attaccare. Fanno male.

Succede ad esempio nella località romana di Spinaceto dove si parla apertamente di “Emergenza Cinghiali” perché la nostra cronaca è sempre parca di allarmismo. Roma Today parla di continui attacchi con un ferito attribuili – attacchi e ferito – ad un branco di ungulati che si aggirano per le aree verdi del quartiere. E’ documentato, raggiungono anche i giardini condominiali. Mettendo a rischio la sicurezza dei residenti.

Dal Campidoglio, dai Municipi, arriva silenzio – non che sia una novità. L’ultima sortita dallo Zoo di Roma è dei giorni scorsi: qualcuno scopriva che a Roma i topi ci sono e dichiarava che pur essendoci non vanno ammazzati, ma sterilizzati, e noi ci chiedevamo a quando un altrettanto geniale soluzione per i cinghiali. Del resto Luigino e i Sette Nani soluzioni non ne hanno. Parlano molto, ma è tutto ciò che sanno fare.

I residenti di Spinaceto non ne possono più. E’ sempre Roma Today che riporta le loro testimonianze.

 

“Siamo costretti a restare a casa con i nostri cani, per paura di essere attaccati”.

 

Dicono che sui social network rimbalzino video degli attacchi dei cinghiali agli esseri umani, il che testimonierebbe l’eroismo implicito nell’ossimoro noto come essere umano che invece di scappare gira video degli attacchi a futura memoria. Immagini che mostrano residenti inseguiti dai cinghiali, in via Aversa. Altre segnalazioni giungono come un triste telegiornale, uno dei tanti, da un lato all’altro del quartiere e cinghiali furiosi si segnalano anche anche a Mostacciano e Casal Brunori.

Nessuna notizia, né soluzioni all’orizzonte, da parte – ad esempio – del genio che ha partorito quella della sterilizzazione dei topi. I cinghiali sono bestioline di un centinaio di chili, ferocissimi quando devono difendere i piccoli; tra loro anche altri animilli ungulati che arrivano a pesare fino a 250 chili e corrono a 55km all’ora. Bestioline da nulla.

Nel frattempo, a parte i tweet di Ferrara contro Zingaretti, il Campidoglio tace. Evidentemente non hanno ancora trovato nessuno a cui dare la colpa per la presenza dei cinghialini Sus Scrofa che fanno tanta paura ai residenti e di cui tanto si scrive o non c’è ancora la scusa alla Montanari da utilizzare coi media.

Certo è che se in un luogo dove si abita c’è pericolo anche a uscire il cane allora la vita diventa difficile e se nessuno trova, né cerca, soluzioni ancora più complicata.

Del resto Virginia Raggi e il M5S promettevano (e promettono) miracoli, non soluzioni. E’ la regola non gridata della Teocrazia retta dai Diarchi ayatollah. Voi continuate a dargli retta e vedrete che botto. Altro che cinghiali.

 





(4 settembre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

Comments

comments

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi