Pubblicità
13.5 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeCosa?!?Se non vi è bastata Virginia Raggi, è pronta Roberta Lombardi: o...

Se non vi è bastata Virginia Raggi, è pronta Roberta Lombardi: o del lato oscuro della forza

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram
foto ANSA / ETTORE FERRARI

di G.G., #Roma

 

 

Se non vi fossero bastate le funivie di Virginia Raggi, i sesterzi, i pannolini lavabili; qualora non abbiate goduto di abbastanza divertimento vedendo le lacrime della povera Sindaca che tutti i romani volevano perché era il nuovo e diochebello! e che in un anno e mezzo di non-governo è riuscita a non-fare qualsiasi cosa; qualora vogliate ripetere l’esperienza dell’immobilità della Capitale, dei frigoriferi che si muovono da soli, dell’immondizia che appare e scompare per opposizione politica (gomblotto!) e riprovare il brrrrivido delle dimissioni degli assessori che se ne vanno a raffica, degli arresti, dei comunicati stampa sgrammaticati, dei capigruppo come Paolo Ferrara che invece di fare il suo mestiere (a proposito, qual è il suo mestiere?) scrive note stampa quotidiane in difesa della Sindaca perché uno vale uno, ma chi sta più in alto vale più di uno – vedasi Grillo; se Atac è il vostro modello di gestione; se rimanete senz’acqua perché rifiutate di andare alla riunioni condominiali dove si parla dei problemi di approvvigionamento idrico; se vi interessate così tanto di sport da appassionarvi ad uno stadio così tanto da dimenticarvi che vanno costruite le strade per raggiungerlo;  se Virginia Raggi ed il suo Nulla non vi sono bastati sappiate che il M5S vi offre un’altra straordinaria ed irripetibile opportunità. Potrete, finalmente!, votare Roberta Lombardi, la maestrina col vestito della festa, alla presidenza della Regione Lazio. Sarà sicuramente meglio di Polverini? Non è dato saperlo. Magari sarà anche peggio.

L’annuncio dell’infantilmente volitiva Roberta Lombardi, donna dalle maniere raffinate e dal viso simpaticissimo, dalla verve di un serpente anaconda unita alla capacità di mettersi in discussione propria di un cubo di ghisa di alcuni metri di lato, della sua candidatura alla presidenza della Regione Lazio, fa per voi. Lei è uno degli alfieri (scusi Appendino, lei è “l’Alfiera”) del M5S delle regole interne che cambiano secondo convenienza di Luigino Di Maio che è il futuro candidato premier che si è fatto le foto coi fratelli dei boss senza sapere che sono fratelli dei boss.

Finisce così la leggenda metropolitana della purezza e dell’onestà, della coerenza e dell’incorruttibilità della Setta del Sacro Blog: anche Roberta Lombardi entra nella centrifuga dell’elezione, della carica e del lautissimo stipendio. Attendiamo con ansia il programma elettorale per produrre uno spettacolo. Lei, Donna Roberta Lombardi la Gentilissima, ha già al suo attivo alcune azioni che sono preziose perle di raro valore politico ed istituzionale: scrisse alla scuola del figlio sulla carta intestata della Camera, tanto per far capire come si gestisce il potere; manifestò in differenti occasioni il suo disprezzo per la vecchiaia con espressioni di riguardo [sic] verso il presidente emerito Napolitano; è stata quella che durò sei mesi alla carica di capogruppo del M5S alla Camera; è stata buttata fuori dal direttorio di controllo – il soviet a 5Stelle – che doveva controllare l’operato di Virginia Raggi; infine è donna che ha la sua buona parte di responsabilità nei fallimenti capitolini avendo piazzati in aula Giulio Cesare molti tra i suoi fedelissimi. Perché si è sempre fatti della stessa pasta del Capo che ci scegliamo.

Ora, finalmente, Roberta Lombardi del “le parti sociali siamo noi”, la donna dall’ego che comprende tutta la società italiana conosciuta italianamente e che ne possiede la stessa smisurata – e tristemente ingiustificata – ambizione, ha l’occasione della vita: dopo essere stata nessuno può finalmente trionfare e diventare qualcuno poggiando le sue auguste terga su una poltrona di Presidente. Presidente della Regione Lazio. Titolo che allappa.

E’ così si presenta ancora una volta l’occasione della vita per chi voglia provare il brivido di subire il fascino della parte oscura della forza: Roberta Lombardi è lì in tutto il suo piglio destrista, la sua incisività grammaticale, la sua voce insopportabile, i suoi “bisogna essere molto chiari”, le sue non idee e la sua sete sconfinata di potere per il potere. Accorrete e votatela in massa perché Lei, dopo Raggi, è la sola prova che necessitate per rendervi finalmente conto che il M5S non è soltanto una setta di fanatici scalmanati carichi d’odio e di fallimenti, ma è la personificazione della linfa che dà vita all’italica incapacità e alla cialtroneria genetica dell’altra Italia, quella che vaga senza meta e senza testa da Berlusconi, a Salvini a Grillo&Casaleggio.

Se Virginia Raggi non vi è bastata; se vivete troppo lontano per godervi Chiara Appendino; se i casini del M5S a Livorno sono colpa delle trombe d’aria, avete l’occasione della vita. Roberta Lombardi presidente della Regione Lazio: con Vito “bradipo” Crimi assessore all’accelerazione sociale e Roberto Fico a quello dell’impostazione vocale (che serve assai per poter gridare meglio)…  Che occasione. Che brivido. Che momento!

 




 

(16 settembre 2017)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO