Home / Cronaca Lazio / M5Espelle: “purgata” la Sindaca di Anguillara che avvisò Raggi la Favolosa dell’emergenza idrica

M5Espelle: “purgata” la Sindaca di Anguillara che avvisò Raggi la Favolosa dell’emergenza idrica

foto: La Stampa

di Giovanna Di Rosa

 

 

Eccolo di nuovo il Movimento 5 Espelle. Protagonista della nuova “purga” la Sindaca di Anguillara “colpevole” di avere subito una condanna 9 anni (poi cancellata per indulto) e di non averlo detto ai capi del M5S. Curiosamente, ma nient’affatto casualmente, la questione viene fuori proprio nei giorni successivi della denuncia di Sabrina Anselmo: “Ho avvisato Virginia Raggi del rischio emergenza idrica, ma lei non si è mai presentata alle riunioni”.

La scure del M5S, che si stringe per proteggere la Sindaca dell’Inefficienza e del Pugno di Ferro, si abbatte immediatamente sulla Sindaca di Anguillara, perché la protezione dei pezzi grossi del Movimento delle Purghe e delle Espulsioni è più importante anche dell’emergenza siccità, e per Anselmo si aprono le porte: fuori, vattenne, ràus, sciò, bye bye, adios, adeu. Poco importa che lei dicesse il vero, poco importa che Raggi non si sia presentata; Anselmo ha “mentito” – come se i suoi ex sodali di partito non lo facessero continuamente con tutti (e su tutti) i mezzi – e deve essere epurata. Scusate, espulsa.

Il quotidiano La Stampa si prende la briga di porre alcune domande ad Anselmo, domande che chiariscono una volta di più la natura antidemocratica, dittatoriale e millantatrice di un Movimento che riscrive gli statuti ad personam proprio come la sua Sindaca Favolosa lascia fuori il suo quartiere di residenza dalla ordinanze anti alcool. Ne riportiamo alcune:

 

È un pretesto? Il vero motivo per cui vogliono espellerla è lo scontro con Roma sul lago di Bracciano?  

«Sì, è inutile negarlo. E non le nascondo che non è il primo che fa questa riflessione. I fatti parlano chiaro. Pago la battaglia per fermare le captazioni di acqua dal lago, battaglia che ho fatto assieme agli altri due sindaci del lago». 

Acea cosa ha risposto a questa richiesta?  

«Intanto Acea non ci ha mai fornito i dati reali». 

Parlano di un mero 8% dei prelievi dal lago. Questo però non quadra con l’ira di Paolo Saccani, il presidente di Acea Ato 2, per lo stop imposto da Zingaretti. Saccani parla di «atto abnorme e illegittimo». Ma perché Acea è così adirata per lo stop?  

«È quello che gli abbiamo detto anche noi. Solo che Acea non ci ha mai dato i dati; il monitoraggio ce l’hanno solo loro. Anche Zingaretti, che stimo per ciò che ha fatto, glieli chiede, nell’ordinanza. Perché Acea parla sempre solo di “media di captazione”? Non c’è chiarezza. Anche noi abbiamo scienziati e geologi. Acea dice che il lago sarebbe solo trenta centimetri sotto, in realtà lo zero idrometrico va calcolato in riferimento al fiume Arrone: il lago è sotto di 1 metro e 70». 

 



L’intervista completa, assi interessante, potete leggerla qui. Ciò che va sottolineato è come, ancora una volta, ed in presenza di una crisi idrica senza precedenti, anziché mettere in campo tutte le forze possibili per risolvere il problema il M5S nello stesso giorno decida per l’espulsione di una delle sue Sindache – colpevole di avere criticato la favolosa Raggi – e per una patetica ed infantile intervista della stessa raggi a Il Messaggero dove quest’ultima vaneggia di futuri prossimi venturi all’insegna del “cambiamo tutto anche col pugno di ferro” quando il pugno di ferro dovrebbe darselo in testa.

 




(25 luglio 2017)

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



Comments

comments

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi