Pubblicità
21.1 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeCampidoglio & MunicipiStadio della Roma, per il PD: "La Città vuole certezze". Il M5S:...

Stadio della Roma, per il PD: “La Città vuole certezze”. Il M5S: “Noi le abbiamo date”

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Gaiaitalia.com

 

 

 

Con una nota stampa il PD capitolino rende noto di avere  chiesto un’assemblea capitolina straordinaria sulla questione dello stadio dell’AS Roma.

“La rivisitazione o meglio il nuovo progetto  #StadioDellaRoma, annunciato dalla giunta Raggi e dai vertici di Eurnova,  non è ancora nero su bianco. Sono passati 8 mesi  e  a causa dei ritardi di questa amministrazione, dovuti soprattutto ai loro continui tentennamenti,  la Roma ha maturato rilevanti diritti economici che può far valere presso l’amministrazione pubblica. Ed è per questo motivo che – nonostante i “mal di pancia”  del Movimento 5 Stelle e della base del M5S– la Giunta ha deciso di dare pieno credito sulla parola ai proponenti, una carta bianca al buio, in assenza  di un progetto compiuto, di un piano finanziario, di un progetto esecutivo. Il  confronto pubblico sulla nuova struttura e sulle opere pubbliche connesse,  aperto due anni fa è stato relegato in questi 8 mesi nelle segrete stanze del M5S. Noi vogliamo riportare la discussione all’aperto e fuori dalle competizioni dove l’hanno costretta gli interessi  ‘grillini’. E per questo motivo che  chiederemo un consiglio straordinario e lo faremo per riportare la discussione nella città. Noi vogliamo capire se questo nuovo progetto potrà avere l’utilità pubblica. Le opere pubbliche sono la priorità del progetto e sono indispensabili, così come  la loro quantità e la loro qualità. A nostro avviso è altrettanto indispensabile anche la qualità architettonica del progetto, la presenza del verde, la connessione dei due quartieri sulle sponde del Tevere e  la viabilità. Peraltro anche il numero dei posti dello Stadio sembrerebbe scendere al di sotto dei 60 mila, cioè una capienza che impedisce di ospitare i grandi eventi UEFA.  Si tratta di un grave handicap che a livello internazionale penalizzerà Roma. L’Assemblea Capitolina che rappresenta la città, i cittadini,  i tifosi della squadra, le forze produttive attonite di fronte ad una gestione a dir poco maldestra chiedono certezze.  Noi lo faremo chiedendo questo consiglio straordinario. Forse la Roma pensava di poter giocare nel nuovo stadio nel giro di due anni, purtroppo e a malincuore,  visto come si sono messe le cose, forse non sarà così!”.

Di diverso avviso il M5S che con una nota stampa giunta in redazione, che il capogruppo Paolo Ferrara ha reso nota anche su Facebook, replica: “Sullo Stadio della Roma il Movimento 5 Stelle è l’unica forza politica che ha dato certezze alla città. Ha ottenuto un accordo storico con i proponenti, che mette in primo piano l’interesse dei cittadini, elimina tre torri e dimezza le cubature. Quelle previste dalla delibera del Pd, che preferiva una colata di cemento a un intervento eco-sostenibile, e che ora addirittura parla di presunti ritardi e tentennamenti. Ma quali? Noi in sette mesi una soluzione l’abbiamo trovata! Di fronte alle sterili polemiche altrui rivendichiamo i risultati del nostro lavoro. Abbiamo dato massima attenzione alle opere pubbliche e alle infrastrutture per la viabilità, dal ponte sul Tevere alla Roma-Lido, al verde, alla messa in sicurezza dell’area, alla qualità degli standard energetici. Per #UnoStadioFattoBene”.

Del nuovo progetto però non c’è ancora traccia (scritta).

 

 

(7 marzo 2017)

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO