Pubblicità

Anddos-Gaynet Roma risponde a Bergoglio sulla “teoria del gender”

bergoglio-02di Redazione

 

 

 

 

 

 

Riceviamo in redazione il comunicato di Rosario Coco, presidente di Anddos-Gaynet Roma, che pubblichiamo integralmente di seguito.

 

 

Papa Francesco: Non siamo pecorelle smarrite, parole “riparatorie” sul “gender” continuano ad offendere.

Siamo stanchi di questo falso buonismo da Parte di Bergoglio, che siamo tuttavia costretti a commentare per via dell’influenza che giocoforza hanno le sue parole. Uscire con parole esplosive, per cui il cosiddetto “gender” sarebbe una guerra mondiale al matrimonio, per poi rettificare e parlare di accoglienza di gay e lesbiche, è un cerchiobbotismo da quattro soldi che fa solo male alle persone LGBTI rendendo la nostra società più aggressiva e meno inclusiva.

Il “gender” altro non è che una parodia degli studi di genere, che affrontano ben altri temi, costruita ad arte proprio per accusare le persone LGBTI di minacciare la famiglia e rilanciare il maschilismo dominante. Inoltre, di chi ci propone accoglienza riconoscendoci sempre e comunque come “pecorelle smarrite” non ce ne facciamo nulla. Le dichiarazioni di Francesco  continuano anzi ad offenderci, poichè parlano di persone con “pratiche o tendenze” omosessuali da riportare sulla retta via, seguendo d’altronde quanto prevede il catechismo. La chiesa se ne faccia una ragione, come già molti cattolici e cattoliche se la sono fatta: l’omosessualità è un’orientamento sessuale, un’aspetto dell’identità sessuale esattamente come l’eterosessualità e la bisessualità.

 

 

 

 

 

(3 ottobre 2016)

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 

 

Comments

comments

POTREBBERO INTERESSARTI

seguiteci

4,668FansMi piace
2,378FollowerSegui
120IscrittiIscriviti
Pubblicità

Ultime Notizie