Pubblicità
13.5 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeNotizieRegione Lazio, esenzioni dal ticket sanitario per Amatrice e Accumoli

Regione Lazio, esenzioni dal ticket sanitario per Amatrice e Accumoli

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Regione Lazio 00di Redazione

 

 

La Regione Lazio ha emanato un decreto per esentare i cittadini coinvolti nel terremoto di Amatrice e Accumoli dal pagamento di ticket sanitario, residenze socio assistenziali e rette per gli asili nido. Non è l’unica misura contenuta nel decreto approvato con urgenza dalla giunta del Preisdente Zingaretti. Oltre all’esenzione dai ticket le misure adottate comprendono anche:

 

  • estensione delle esenzioni dai ticket anche ai cittadini colpiti dal sisma, residenti in altri comuni del Lazio, che abbiano riportato lesioni tali da comportare ricovero e successive cure.
  • esenzioni alle persone e alle imprese che hanno sede nei comuni di Accumoli e Amatrice  del pagamento delle tariffe previste per le prestazioni erogate dal Dipartimento di prevenzione della ASL di Rieti.
  • sospensione dei termini di pagamento delle sanzioni amministrative in materia igienico sanitaria, veterinaria, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
  • assistenza sanitaria primaria per i residenti provvisoriamente trasferiti in altri comuni,  con la scelta del medico di medicina generale o pediatra nella località di domicilio temporaneo.
  • istituzione, in cooperazione con la protezione civile e la ASL di Rieti, di 2 posti di Assistenza Socio-Sanitaria.
  • permesso di trasferimento temporaneo per le farmacie rese inagibili dal sisma, in altre sedi come locali, container o tende attrezzate.
  • esenzione dal pagamento della quota di compartecipazione per: frequenza asili nido e altri servizi socio-educativi per l’infanzia; centri di riabilitazione, Residenze sanitarie assistenziali (RSA) e strutture per persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale.
  • permesso ai titolari di studi odontoiatrici di operare presso altri studi in deroga alla normativa vigente.
  • permesso di ampliamento temporaneo della capacità ricettiva, nel limite massimo del 30%, delle strutture socio-sanitarie che siano interessate dall’accoglienza di persone colpite dal sisma.

 

 

 

 

 

(1 settembre 2016)

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 

PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO