Pubblicità
18.6 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomePensierini RomaniPericoli che si vogliono scansare con una furia isterica alquanto sospetta

Pericoli che si vogliono scansare con una furia isterica alquanto sospetta

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Vittorio Lussana

“Non è di maggio questa impura aria”, scrisse una volta il poeta. Ma a Roma non fa freddo, bisogna dire: il maltempo di queste settimane è solo una sorta di primavera marzolina arrivata in ritardo. E il fatto che piova non giustifica il negazionismo climatico più menefreghista e tribale. Anche perché – ripetiamo per l’ennesima volta – negare il disordine climatico in atto significa solamente rimuovere la questione, rischiando di farla diventare un’emergenza.

C’è da dire che, anche quest’anno, l’inverno romano è stato particolarmente mite. Ed è il terzo consecutivo che si palesa in queste modalità. Inoltre, le analisi parlano chiaro: se non c’è più una gradualità delle stagioni e abbiamo continui colpi di coda climatici confermano quanto gli scienziati ci stanno dicendo ormai da anni. E cioè che è l’effetto serra a rendere repentini gli eventi atmosferici.

La sola cosa che non cambia è la faziosità di parte di fronte a notizie che non hanno una colorazione ideologica. Se non la conferma di un immobilismo ignorante e provinciale, da bambini viziati che non amano le cattive notizie.  Ovvero, proprio quelle che avrebbero la funzione di ‘campanello d’allarme’ in merito a certe questioni, che potrebbero aggravarsi.

Accettare la verità sempre all’ultimo minuto, mutando parere con la stessa velocità con cui Leopoldo Fregoli riusciva a cambiarsi d’abito in scena, comprova una teatralità buffonesca e truffaldina, figlia dell’irriducibilismo ideologico.

Mi dispiace, ma la penso così: fatevene una ragione.

 

 

(16 maggio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 



PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO