Il mandato Raggi si scioglie al sole. Cinque presidenti di commissione sfiduciano la Sindaca

Leggi di più

CONDIVIDI

di Redazione #Roma twitter@GaiaitaliaRoma #Politica

 

La Sindaca nata sull’onda di programmai pesanti come il ritorno al sesterzio, la famosissima funivia di via Battistini e sone limitrofe, ed il pannolino lavabile contro l’inquinamento, quella Sindaca che presume di ricandidature come se fosse sola al comando – e sola è. Chi se la piglia la co-responsabilità di un governo così – ha ricevuto cinque sonori schiaffi da cinque dei suoi presidenti di Commissione in Campidoglio.

I cinque fedifraghi non si sono presentati dal ritiro convocato sabato a Ostia Antica assieme ad altri 9 consiglieri, ed hanno preferito rimanere a distanza di sicurezza. Lo scrive Repubblica che cita i dissidenti unitisi a Crea Movimento, l’associazione politica di Marcello De Vito, guida del consiglio comunale, alla quale si sono aggiunti i cinque presidenti di commissione: Enrico Stefàno ( Mobilità), Angelo Sturni (Statuto), Alessandra Agnello (Lavori pubblici), Marco Terranova e Donatella Iorio (al timone di Bilancio e Urbanistica fino alle dimissioni protocollate il 31 agosto) che hanno ufficialmente lanciato la sfida alla prima cittadina. Un bello sgambetto all’autoricandidatura della Sindaca che è anche un po’ dea.

Insomma se è vero che il M5S è maturato [sic], opinione dalla quale ci sentiamo di dissentire fermamente, Virginia Raggi rappresenta il vecchiume del M5S che vinse sull’onda di un “non ne possiamo più” rivelandosi poi pateticamente incapace di onorare le aspettative e facendo scoprire dopo pochi mesi che le bufale elettorali tali erano.

A meno di un anno dalle elezioni comunali nella Capitale la percentuale di romani che non vogliono più la Sindaca Raggi al Campidoglio è la stessa che la portò al Campidoglio. Davvero un trionfo. Molto difficile non capire coloro che, anche nel suo partito, si stanno mettendo di traverso. Lei è furiosa e li chiama “destabilizzanti e ingiusti”.

 

(15 settembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 




Pubblicità