Pubblicità
13.5 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeNotizieGay Village Roma: il 25 agosto Antonello Dose

Gay Village Roma: il 25 agosto Antonello Dose

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Gaiaitalia.com, #Roma

 

 

Voce da ventidue anni della trasmissione cult di Rai-Radio 2, Il Ruggito del Coniglio, il giornalista e scrittore Antonello Dose sarà al Gay Village il prossimo Venerdì 25 agosto, per presentare il suo nuovo libro La Rivoluzione del Coniglio, ed. Mondadori e per ripercorrere insieme al conduttore Pino Strabioli le tappe più importanti della sua carriera, nell’ambito del ciclo di appuntamenti denominato I racconti di Fantàsia.

Il palco si trasformerà ancora una volta in una locanda dal gusto tipicamente fantasy, dove il protagonista verrà spiazzato continuamente da sorprese audio, video e canore, grazie alle esibizioni della drag singer Daniel Decò e alla veloce e attenta regia di Manuel Minoia.



Al centro dell’intervista sarà la storia intensa, empatica e dolorosa vissuta dallo scrittore e svelata anche negli aspetti più duri, con una scrittura lieve e luminosa che sorprende continuamente il lettore. “Da molti anni pratico il buddismo di Nichiren Daishonin. Ho iniziato per curiosità, per fiducia verso chi me ne aveva parlato e aveva insistito tanto affinché partecipassi a una riunione in una casa privata” – racconta Antonello – “Il mio è il racconto di venticinque anni di esperienze di fede e di vita quotidiana che mi hanno permesso di approfondire la conoscenza di me stesso e di quello straordinario, profondissimo, misterioso, gioioso fenomeno che si chiama ‘vita’ e che ci vede, consapevoli o meno, tutti coinvolti”.

E il buddismo è solo una delle tante esperienze narrate dall’autore nella sua autobiografia, che restituisce valore e gratitudine ai tanti maestri incontrati durante la sua vita, da Eugenio Barba, guru del teatro di ricerca, ad Enrico Vaime, gran maestro del varietà radiofonico e televisivo. Con grande forza e ironia, Antonello parla dell’amore verso il pubblico che lo segue da più di venti anni, della sua omosessualità e del coming out, fino ad arrivare alla sua convivenza con la sieropositività, di cui non fa nessun mistero, ma che in questo testo diventa strumento politico e sociale per tutte le generazioni.




 

(22 agosto 2017)

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata




 

PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO