Pubblicità
11.6 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità
HomeNotizieAl Cometa Off "Barbablù" di Hattie Naylor, con Edoardo Frullini

Al Cometa Off “Barbablù” di Hattie Naylor, con Edoardo Frullini

di Redazione Spettacoli

La storia di Barbablù, personaggio singolare, seduttore e provocatore. Un intelligente galantuomo che ci sa fare con le donne, soprattutto con alcune, come racconta lo spettacolo “Barbablù” con Edoardo Frullini diretto da Giulia Paoletti, in scena al Cometa OFF di via Luca della Robbia, a Roma, da martedì 28 novembre a domenica 3 dicembre 2023. Un testo di Hattie Naylor tradotto da Monica Capuani, che compie un percorso all’interno del tema della violenza di genere, i cui tentativi di contrasto sono spesso troppo tardivi ad arrivare. Barbablù è il pretesto per dar voce all’esplorazione degli strati più profondi e primordiali di comportamenti e personalità che si trasformano da apparentemente sani a malsani e patologici.

Un progetto nato dalla convinzione che il teatro può essere strumento di educazione, conoscenza e sensibilizzazione. Dal palco al foyer, con lo spettacolo che accoglie negli spazi culturali anche la mostra “Com’eri vestita?”, curata in Italia dalle associazioni Libere Sinergie e Amnesty International.

Barbablù è un seduttore, ammaliatore, provocatore. Un intelligente galantuomo che ci sa fare con le donne, soprattutto con alcune. Un predatore che passeggia e fiuta la preda ancor prima che essa diventi tale. Un giocatore competitivo che contempla la vittoria come unico finale possibile. Barbablù osserva e ammicca. È gentile e premuroso. Fa un passo alla volta e non si concede mai subito e mai del tutto. Ascolta e risponde al bisogno più intrinseco. Accarezza e coccola. Desidera e idealizza. Crea connessioni perfette. Ama. Barbablù ha bisogno di sentirsi forte e superiore. Non scende dentro di sé. Non risponde alle domande. È vulnerabile e non sostiene la cura dell’altro. Barbablù tesse la sua (di lui, di lei) gabbia. È in trappola. Per non esplodere dentro, esplode fuori. Barbablù violenta, tortura, uccide. Vince.

 

 

(19 novembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata