La deputata No Vax Cunial sposta l’ufficio davanti alla Camera per protestare contro il Green Pass. Ce n’erano stati altri

Date:

Share post:

di Redazione Roma

Essendo finiti in parlamento affinché li si vedesse, e li si vedesse “importanti” nonostante le scarsissime doti e le palesi poche capacità, a certi esponenti del M5S o della corrente degli scappati di casa non resta che cercare la visibilità ad ogni costo. Così la no vax Cunial, mascherina sotto il naso e naso scoperto come prescrivono le (sue) norme [sic], ha deciso di spostare l’ufficio parlamentare in strada.

Prima di lei qualcosa di simile aveva fatto a Milano un consigliere del M5S del Pirellone  che aveva spostato “l’ufficio sul marciapiede” contro “l’uso politico del green pass”; la scelta era durata poche ore. Faceva freddo e la gente sbertuccia, perché son senza rispetto questi che ci son cascati e poi hanno visto la sostanza del famoso uno vale uno.

La no vax Sara Cunial presume di far discutere con la sua scelta, ma rimarrà delusa se è vero, come scrive Fanpage, che la ex M5S ha allestito simbolicamente la postazione davanti alla Camera per protestare contro l’obbligo di Green Pass in vigore a Montecitorio e per dimostrare che le leggi le impediscono di svolgere la sua normale attività.

In realtà chi sta in parlamento dovrebbe essere il primo a rispettare i DPCM e le decisioni del governo dunque dovrebbe essere chiaro anche a Cunial che ad impedirle di svolgere la sua normale attività è il suo rifiuto di vaccinarsi, espresso in piena libertà: così come in piena libertà se non le va bene ciò che il Governo decide, se non le garbano le regole che governano la vita parlamentare, da quel parlamento dovrebbe uscire: dimettendosi.

“Dal 15 ottobre mi è precluso entrare nel palazzo” tuona la no vax Cunial del grido “Abbracciamoci tutti“. In realtà è lei a rifiutare le regole che tutti osservano per entrare nel palazzo. Si goda dunque il suo ufficio all’aperto al freddo e al gelo. Lo ha scelto lei, mica gli Italiani. Dopo l’occupazione simbolica della Regione Lazio insieme al Barillari durata poche ore, siamo a un nuovo show. Vedremo quanto dura.

 

(15 gennaio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 



altre notizie

Marta Bonafoni: “Benvenuta nel Lazio a Elly Schlein”, a supporto del fronte ecologista e progressista

di Redazione Politica “Sono molto contenta che Elly Schlein abbia deciso di venire nel Lazio per supportare candidate e...

Il Questore vieta la manifestazione di Casapound che taccia la decisione di “Inaccettabile”

di P.M.M. Uno sfregio continuo quello di Casapound alle decisioni dello Stato. Dall'occupazione di un'intero stabile all'Esquilino al giudizio...

L’allenatore di basket prende a sberle la giocatrice che sbaglia. Le consigliere regionali Bonafoni e Mattia: “Vengano presi provvedimenti immediati”

di Giovanna Di Rosa Le cronache registrano l'ennesimo episodio di violenza maschile su una donna, un'atleta per di più...

Nicola Zingaretti: “Alleanza con M5S un dovere”

di Daniele Santi In diretta dallo spazio de "La Stampa" al Salone del Libro di Torino il presidente della Regione...