Roma, brucia il “Ponte di Ferro” tra Ostiense e Marconi

Date:

Share post:

di Redazione, #Roma

Brucia il “ponte di ferro” tra Ostiense e Marconi a poche centinaia di metri dal gasometro, e mezza Roma si precipita sul Tevere per assistere alla tragedia che avviene il sabato notte delle amministrative. “Non può essersi sviluppato da solo”, dice un testimone raggiunto al telefono dal nostro giornale. Non è detto che dica anche il vero, ma questo dice.

Centinaia e centinaia di persone hanno raccolto le immagini coi loro smartphone di un ponte che colava, letteralmente e a pezzi, nelle acque del Tevere, una tragedia romana in una tragedia chiamata Roma allo sbando dopo cinque anni di immobilità raggica, che ha rischiato di lasciare centinaia di migliaia di persone senza elettricità, senza internet, senza servizi. I danni si sono limitati a circa 200 famiglie.

La devastazione della Capitale continua e l’andreottiano “a pensar male non si sbaglia mai, anche se si fa peccato”, mai come in questo caso lascia spazio a pensieri che non si vorrebbero avere. Un fatto che alla vigilia dell’apertura delle urne aprirebbe interrogativi inquietanti, a volerseli porre.

 

Le fiamme si sono sviluppate nelle passerelle per i cavi e condotte del gas. I Vigili del Fuoco hanno lavorato fino alle 2 di notte per domare le fiamme. Il ponte è devastato. La Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino ha intanto emesso un’ordinanza urgente per interdire la navigazione e lo stazionamento in un tratto del Tevere all’altezza del ponte. La Sindaca uscente non perde l’occasione e dice: “Si stringe il cuore”.

 

(3 ottobre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 



altre notizie

Marta Bonafoni: “Benvenuta nel Lazio a Elly Schlein”, a supporto del fronte ecologista e progressista

di Redazione Politica “Sono molto contenta che Elly Schlein abbia deciso di venire nel Lazio per supportare candidate e...

Il Questore vieta la manifestazione di Casapound che taccia la decisione di “Inaccettabile”

di P.M.M. Uno sfregio continuo quello di Casapound alle decisioni dello Stato. Dall'occupazione di un'intero stabile all'Esquilino al giudizio...

L’allenatore di basket prende a sberle la giocatrice che sbaglia. Le consigliere regionali Bonafoni e Mattia: “Vengano presi provvedimenti immediati”

di Giovanna Di Rosa Le cronache registrano l'ennesimo episodio di violenza maschile su una donna, un'atleta per di più...

Nicola Zingaretti: “Alleanza con M5S un dovere”

di Daniele Santi In diretta dallo spazio de "La Stampa" al Salone del Libro di Torino il presidente della Regione...