Pubblicità
15.6 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeL'Opinione RomaIl Rave, il lago e il Sindaco che se la prende con...

Il Rave, il lago e il Sindaco che se la prende con Lamorgese

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di G.G., #lopinione

C’è qualcosa di fatale nelle disgrazie inaspettate, sono sempre disgrazie inaspettate quelle che colpiscono i sindaci della destra italiana; lo pensiamo mentre ascoltiamo Daniela Santanchè, ora FdI che fa più distinto, lanciare aforismi e slogan con la chiarezza e la potenza d chi deve convincerti che dice il giusto, non che poi farà quello che dice.

Così anche la lista civica da rave colpita deve subire l’onta di predicare ordine e disciplina e di non sapere poi applicare, nei fatti, né disciplina né (figurarsi l’ordine). Al sindaco di Valentano della lista civica Cambia Valentano, lo raccontano vicino a Forza Italia, non rimane che prendersela con la ministra dell’Interno che è diventato un po’ lo sport nazionale della destra, la quale destra vorrebbe quella poltrona con la stessa forza con la quale certi suoi esponenti vorrebbero ancora Mussolini al potere (e taluni Hitler).

Così il sindaco Stefano Bigiotti, via video su Whatsapp – istituzionalissima via di risoluzione dei problemi – le canta alla ministra Lamorgese ed è ripreso dall’AGI.

“Esistono ancora tre grandi problematiche a cui il ministero dell’Interno deve dare una risposta. Una problematica di ordine e sicurezza pubblica – afferma – all’interno del rave party illegale che dopo cinque giorni di festa si sta ancora consumando. Un secondo problema, invece, riguarda l’emergenza epidemiologica: le comunità locali iniziano a essere veramente preoccupate. Un terzo problema è di carattere ambientale: quali saranno le conseguenze per una zona di interesse comunitario come quella di Mezzano? Lamorgese deve immediatamente dare una risposta”.

La domanda di questo povero cronista viene dal cuore: e i Sindaci cosa ci stanno a fare? Leggiamo da qualche parte, a nostro esclusivo beneficio, che:

il sindaco, oltre che organo responsabile dell’amministrazione del comune, è al contempo organo locale dello Stato; quando agisce in tale veste, si dice che agisce quale ufficiale del Governo.

Le funzioni del sindaco quale ufficiale del Governo sono disciplinate dall’art. 54 del D. Lgs n. 267/2000[13]. Secondo tale articolo il sindaco, nel rispetto degli atti di indirizzo emanati dal Ministro dell’interno, sovraintende:

  • allo svolgimento, in materia di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria, delle funzioni affidategli dalla legge;
  • alla vigilanza su tutto quanto possa interessare la sicurezza e l’ordine pubblico, informandone preventivamente il prefetto.

Inoltre, il sindaco quale ufficiale del Governo adotta, con atto motivato e previa comunicazione al prefetto, provvedimenti contingibili e urgenti nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento, al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana…(Fonte: Wikipedia);

… così ci chiediamo se non sarebbe più comodo, invece di inviare ai media video girati con Whatsapp per protestare contro la ministra, mettere in campo le misure che si possono mettere in campo con tutta la severità del caso.

La sensazione, anche di fronte a questa ennesima presa per il culo al popolo tutto che è il rave che distrugge colture, è clandestino, non è autorizzato, lascia mucchi di immondizia, rende noto che esiste una larga fetta di cittadini ai quali di tutti gli altri non importa una sega, è che si impieghi cos’ tanto tempo a gridare al lupo e a cercare di dare colpe agli altri da non trovare soluzioni immediate che, magari, sarebbero sotto gli occhi.

Così, mentre scriviamo il rave parrebbe volgere al termine con Polizia e Guardia di finanza che identificano tutte le auto in uscita, abbiamo detto ciò che pensiamo della faccenda, delle reazioni scomposte della politica, del mito dell’ordine e della disciplina che è soltanto campagna elettorale e della tendenza insopportabile dalla quale questo paese non uscirà mai di dare prima la colpa a qualcun altro e poi, se rimane tempo, cercare una soluzione.

 

(19 agosto 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 



PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO