Pubblicità

Torna a Roma “Immaginaria”, festival di cinema indipendente dedicato al cinema delle donne. Dal 17 al 20 giugno

di Alessandro Paesano, #Immaginaria

Torna a Roma, da giovedì 17 fino a domenica 20 giugno 2021, al Nuovo Cinema Aquila, al quartiere Pigneto, IMMAGINARIA – International Film Festival of Lesbians & Other Rebellious Women, festival di cinema indipendente dedicato al cinema delle donne, con particolare attenzione ai film a tematica lesbica e femminista, giunto alla sua XVI edizione.

Fondato a Bologna nel 1993, dall’Associazione Culturale Visibilia APS, Immaginaria è realizzato in collaborazione con il MiX Festival Internazionale di Cinema lgbtq+ e Cultura Queer di Milano, con il Goethe Institut e con il patrocino del V Municipio del Comune di Roma, grazie all’interessamento di Maria Teresa Brunetti, Assessora alle Politiche Culturali Sportive e Giovanili, Turismo, Politiche della Conciliazione dei Tempi di Vita, Intergenerazionalità e Pari Opportunità.

Immaginaria è gemellato con il Women Makes Waves Film Festival di Taiwan e fa parte del Coordinamento dei Festival Italiani di Cinema Lgbtq.

Il festival che vede 30 titoli in programma e propone anche dibattiti, incontri e presentazioni Verrà inaugurato Giovedì 17 a Largo Venue dalla performance live Artiste per Immaginaria, in cui si esibiranno cantautrici, attrici e danzatrici, a cura di Paola Dee, TLS e Francesca Miceli Picardi.

Venerdì sera Aos Nossos Filhos (Brasile/Portogallo, 2019) di Maria De Medeiros (venerdì 18) che darà il via a una proposta di film di fiction, documentari e cortometraggi, provenienti da Brasile, Australia, Francia, Germania, Cile, Canada, Stati Uniti, Martinica, Spagna, Portorico, Gran Bretagna, Svizzera, India, Italia, Islanda, Danimarca, Colombia e Ungheria.
Immaginaria assegnerà i premi per la Migliore Fiction, il Migliore Documentario e il Migliore Cortometraggio da parte di tre giurie composte da esperte di cinema, cui si aggiunge per la prima volta una giuria, formata da compositrici di musica per film, che eleggerà la Migliore Colonna Sonora fra i lungometraggi di fiction.

Non potendo nominare tutti e trenta i titoli possiamo ricordare qui solamente alcuni; La Nave del Olvido (Cile, 2020) di Nicol Ruiz Benavides, che ci racconta dell’autoemancipazione di una donna di 70 anni, Kokoon (Germania, 2020) di Leonie Krippendorf, sul raggiungimento della maggiore età di una adolescente e Ellie & Abbie” (& Ellies Dead Aunt) (Australia, 2020) di Monica Zanetti fra comunicazione social e lotte per i diritti.

Il documentario: Queering the Script (Canada/USA 2019) analizza lo sviluppo dei personaggi lesbici nelle serie televisive e l’attivismo di ritorno delle fan mentre All Weve Got(USA, 2019) di Alexis Clements è un viaggio nella comunità americana lgbtq+ attraverso i suoi spazi, dai bar alle librerie ai luoghi politici.
Ahead of the curve (USA, 2020) di Jen Rainin racconta la storia della rivista Deneuve (che prenderà poi il titolo di Curve) una istituzione per la comunità lesbica fin dalla sua fondazione nel 1990 mentre  Pop Feminism (Francia 2020) di Elise Baoudouin indaga sulla rinascita spettacolare del femminismo in tutti i campi della cultura pop: moda o rivoluzione?

Sul versante dei dibattiti Sabato 19, dopo la proiezione di  Soeurs DArmes (Francia, 2019) di Caroline Fourest seguirà il dibattito Donne contro lISIS. La scelta inevitabile della lotta armata alla presenza della regista e dell’attrice Maya Sansa, che ne discuteranno con Bianca Pomeranzi e Alessandra Mecozzi, mentre alle 16,30 sempre di Sabato 19,

dopo la proiezione di Queering The Script (Canada/USA, 2019) di Gabrielle Zilkha , seguirà We deserve better. Personagge lesbiche nelle serie tv, una conversazione fra Federica Fabbiani ed Elena Rossi.

Il festival ospiterà anche una sessione di Let Me See You. Work in Progress, tavolo nazionale di donne nel cinema: registe, filmmaker, sceneggiatrici, montatrici, produttrici, attrici e operatrici, un  incontro aperto e autogestito con la partecipazione di Women in Film Television & Media Italia, Mujeres nel Cinema, Visionarie, Cinema dAutrice, Cinema dIdea e Associazione Eikos. Sarà infine presentato l’ebook Polvere di stelle. Film lesbici a Immaginaria dal 1993 al 2005, cura di Elena Rossi, da un’idea di Isabel Capitanio.

Per la programmazione completa potete andare sul sito del Festival cliccando qui.

Immaginaria costituisce uno dei principali appuntamenti di cinema indipendente delle donne, dove si incrociano le visioni, le storie, la cultura, l’arte, la politica e le vite delle donne di tutto il mondo.

 

(14 giugno 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 




Comments

comments

POTREBBERO INTERESSARTI

seguiteci

4,582FansMi piace
2,368FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

Ultime Notizie

Comments

comments