Home / L'Opinione Roma / Quelli che stanno lì da quattro anni e gli autobus vanno a fuoco per colpa di quelli di prima

Quelli che stanno lì da quattro anni e gli autobus vanno a fuoco per colpa di quelli di prima

0Shares

di G.G. #Lopinione twitter@GaiaitaliaRoma #Roma

 

Insomma è colpa di qualcun altro. Insomma sono al governo di Roma da 4 anni e continuano a dare la colpa agli altri. L’assessore capitolino Pietro Calabrese scrive sul suo profilo Facebook che “le immagini di un autobus avvolto dalle fiamme fanno rabbia” ma pubblica una foto di autobus nuovi fiammanti, in semicircolo, in una larga piazza, ripresi dall’alto. E lancia accuse. A chi c’era prima. Dopo che la sua compagine politica governa – certo governa è una parola grossa – Roma da quattro anni. Il posto magnifica l’inesistente e su ciò che invece esiste, i disservizi, gli incendi, il caos dei trasporti, non dice nulla.

Le immagini di un autobus Atac avvolto dalle fiamme fanno rabbia. Fanno rabbia perché era un bus vecchio, aveva quasi 20…

Pubblicato da Pietro Calabrese su Giovedì 22 ottobre 2020

Ci sono elezioni in vista e riparte la poderosa fanfara propagandistica del M5S – in questo sono bravissimi, quasi imbattibili – riparte in tutta la sua bugiarda ed inconsistente caciara. La Sindaca del Pannolino Lavabile eletta nel 2016 con il 67,2% dei voti risulta oggi una sindaca improponibile per il 67,8% dei romani e tra autobus che vanno a fuoco, una città nel caos, una viabilità da suicidio, metropolitane sporche ed improponibili e la solita propaganda a 5Stelle c’è chi decide di andarsene da Roma (chi vi scrive è tra quelli) dopo averci vissuto e averla amata.

Per fortuna c’è Facebook che serve a questa gigantesca panzana trasformata in partito di governo a parlare ai suoi fanatici – ancora una percentuale sufficientemente alta da lasciare sconcertati – nonostante in quattro anni abbiamo praticamente fatto solo annunci, scritto post su Facebook, comunicati stampa propagandistici dai quali non si capisce nemmeno quali siano state le misure prese, senza che a Roma sia cambiato nulla. Naturalmente la colpa è di quelli che c’erano prima.

P.S. …mentre scriviamo è in onda l’ennesimo sciopero dei trasporti a Roma, sigla proclamatrice CUB, sul quale sciopero – l’ennesimo di venerdì – il posto dell’assessore ai trasporti si guarda bene dal soffermarsi.

 

(23 ottobre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 




Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi