Pubblicità
13.5 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeCampidoglio & MunicipiCampidoglio, Roma cambierà nome alle strade intitolate ai firmatari del Manifesto della...

Campidoglio, Roma cambierà nome alle strade intitolate ai firmatari del Manifesto della Razza

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione #Roma twitter@GaiaitaliaRoma #Toponomastica

 

Ultime battute dell’iter per cambiare i nomi a due strade e un largo di Roma intitolate ora ad Arturo Donaggio ed Edoardo Zavattari, firmatari del Manifesto della Razza. Dopo il percorso partecipativo portato avanti dall’Amministrazione insieme agli studenti e ai cittadini dei Municipi IX e XIV, la Giunta capitolina ha dato il via libera per intitolare via Arturo Donaggio al medico Mario Carrara, largo Arturo Donaggio alla fisica Nella Mortara e via Edoardo Zavattari alla zoologa Enrica Calabresi.

L’iter è iniziato circa un anno fa, quando la sindaca Raggi scrisse ai cittadini residenti. Il percorso ha visto incontri aperti con la cittadinanza. Dopo che la Commissione consultiva di Toponomastica di Roma Capitale ha individuato una rosa di 10 nomi, a esprimere la propria preferenza sono stati gli alunni delle scuole I. C. Bernardini, plesso Ada Tagliacozzo e Antonio Gramsci, Paola Sarro, Scientifico Louis Pasteur, Istituto Vittorio Gassman, Istituto De Amicis – Cattaneo, Istituto Tecnico Industriale Enrico Fermi, Istituto Luigi Einaudi, Plauto, Alberti, Fiumegiallo, Purificato, Majorana, attraverso la piattaforma elettronica sviluppata dagli studenti dell’Istituto Vittorio Gassman.

“Sono orgogliosa del processo di partecipazione che abbiamo portato avanti nell’ultimo anno e che ha visto protagonisti cittadini e studenti. Non avremo più via Donaggio ma via Carrara, niente largo Donaggio ma largo Mortara, non leggeremo più sulle mappe via Zavattari ma troveremo via Calabresi. Credo sia molto significativo che la scelta sia caduta su tre scienziati, tra i quali due donne, che ebbero il coraggio di opporsi e non si resero complici dell’orrore delle leggi razziali. Ringrazio i cittadini e i commercianti delle strade interessate e assicuro che gli uffici dell’Amministrazione faranno il massimo per agevolare il passaggio e la modifica dei documenti”, afferma la Sindaca di Roma Virginia Raggi entusiasta del nuovo corso M5S/PD che le salva la pelle.
Naturalmente la battutaccia, nostra, non nasconde il fatto che cambiare denominazione a strade e piazze che ricordavano autori di leggi razziste e discriminatorie che hanno portato gente nei lager non è solo un atto di giustizia, ma un atto dovuto.

 

(10 settembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 

 

 





 

 

 




PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO