Home / gaiaitalia.com / Per il Campidoglio l’accordo con i Rom su Tiberis è una fake news: per l’assessora Montanari la sicurezza è garantita dalla Polizia Locale

Per il Campidoglio l’accordo con i Rom su Tiberis è una fake news: per l’assessora Montanari la sicurezza è garantita dalla Polizia Locale

di Redazione #Roma twitter@gaiaitaliacomlo #Tiberis

 

 

Un indignato comunicato stampa del Campidoglio riporta le parole dell’assessora Montanari sulla favolosa spiaggia chiamata Tiberis: “Il presunto “accordo con i rom” per l’apertura della spiaggia sul Tevere è una fake news. Non c’è stato alcun contatto per garantire la sicurezza della struttura comunale a Ponte Marconi. La persona che ha rilasciato alla stampa tali dichiarazioni, che non corrispondono a verità, se ne dovrà assumere la responsabilità e dovrà risponderne a tutti gli effetti all’Amministrazione Capitolina e a tutti i cittadini di Roma. Come deve essere, la sicurezza è garantita dalla Polizia Locale. Sulla linea della legalità non arretriamo di un millimetro”. 

Secondo il comunicato stampa giunto in redazione a sorvegliare l’area attrezzata Tiberis sono i nuclei GSSU e PICS della Polizia Locale impegnati sul posto con una pattuglia nelle ore notturne e con agenti motociclisti in perlustrazione durante il giorno, cosa che nessuno qui ha mai messo in dubbio. L’assessora Montanari, un’altra artefice dei miracoli della giunta pentastellata capitolina, è convinta: “Abbiamo bonificato e reso godibile un’area dove da decenni regnava l’abbandono”.

La notizia era stata resa nota da Il Messaggero: e anche noi l’avevamo pubblicata qui riportando fedelmente, con tanto di screenshot, ciò che il quotidiano romano aveva scritto.  Data l”indignazione è utile ripubblicare, ad uso e consumo dei lettori e non della polemica.

 

“Ci siamo raccomandati a Zorro” spiega ridacchiando una delle responsabili del progetto, Simonetta De Ambris. In che senso? Ma poi chi è questo Zorro? Forse un dirigente del Comune? Macché. Si tratta del “capo” di un gruppo di rom che da anni vivono accampati a pochi passi dallo stabilimento, in vicolo Nicola Savini, e che si è messo a disposizione del Comune di Roma per “proteggere” la spiaggia.”, lo scrive l’articolo di Camilla Mozzetti.

 

 

Questo Zorro è poi apparso anche in televisione per tutta la giornata di ieri, in differenti programmi, offrendosi alle telecamere in tutto il suo splendore. Di questo Montanari non fa menzione, come non fa menzione di molte altre cose. Ad esempio la parola spazzatura non la pronuncia più. E mentre invita i romani a frequentare la spiaggia [sic] Tiberis l’assessora Montanari dimentica colpevolmente che nemmeno la sua Sindaca c’è andata. Nemmeno ad inaugurarla. E la foto che pubblichiamo di seguito grazie al profilo Twitter di Diario Romano la dice lunga sul parolare di Montanari e della sua giunta che non sono nemmeno in grado di garantire indicazioni delle dell’importanza che, solo a parole, danno alle loro risibili e dilettantesche iniziative spacciate per opere d’arte. Perché dopo di loro, per fortuna, il nulla. Cioè solo macerie.

 

 

 

 




 

 

(6 agosto 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

Comments

comments

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi