Pubblicità
30.9 C
Roma
31.8 C
Milano

PENSIERINI ROMANI

ULTIME NOTIZIE

Pubblicità

Grande partecipazione di pubblico alla seconda edizione della “Festa della Danza di Roma – Corpo Libero”

Piazze, musei, cortili e giardini in tutti i 15 Municipi sono stati il vibrante palcoscenico delle tante iniziative in programma nel segno dell’inclusività e della condivisione [....]
HomeIl CommentoMeloni ha detto la sua anche sulla Nazionale di calcio, segno che...

Meloni ha detto la sua anche sulla Nazionale di calcio, segno che ormai è senza argomenti

Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giancarlo Grassi

Si è distinta, la premier Meloni, ancora una volta, per essere riuscita a intervenire sul nulla parlando del nulla e inforcando un commento sul mondo del calcio – terreno viscidissimo sul quale generalmente la politica approda quando ha esaurito gli argomenti (e le scuse) – dove lei, in soldoni, individua due colpevoli: gli stranieri e Giuseppe Conte. Siamo alla fantasia a potere.

“I calciatori italiani della Serie A sono sempre di meno: nel 2024 rappresentano solo il 35%” ha pontificato la presidente del Consiglio prettendo di non sapere niente di calcio e di fare “una valutazione politica” (sul calcio!) e “quando non valorizzi i tuoi calciatori, un problema sulla Nazionale lo puoi trovare. C’era una norma di Giuseppe Conte che estendeva ai calciatori stranieri i benefici fiscali previsti per il rientro dei cervelli, noi abbiamo deciso di toglierla”.

Abbiamo così scoperto Meloni da Gazzetta dello Sport, una versione della presidente del Consiglio che ci mancava, durante la trasmissione di Rete 4 “Diritto e Rovescio” sempre prontissima a dare spazio alle profondità di pensiero di questa maggioranza pro tempore di governo. Prima Meloni aveva affermato “purtroppo ho visto la partita e come tutti gli italiani sono delusa” delusione che, sia detto con rispetto, non è lontanamente paragonabile a quella provata da chi si è visto togliere l’unico sussidio che aveva e non sa come mangiare; o di coloro che potevano starsene un minimo tranquilli con il mercato tutelato dell’energia e ora non sanno che pesci pigliare martoriati da proposte più o meno comprensibili; poi la notizia bomba: “Lo confesso: a differenza di milioni di italiani non sono un’esperta di calcio”. E poi una seconda bomba: “Ho visto tesi autoassolutorie che mi preoccupano, perché quando le cose non vanno bisogna invece interrogarsi” e per un attimo, brevissimo, fulmineo, ma lancinante, abbiamo pensato parlasse del suo governo. Ma niente… Gnà fa.

Pare si siano scatenati i social irritati dai commenti. Perché ci si irrita sempre per cose serie.

 

(5 luglio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 



ULTIME NOTIZIE