Home / Campidoglio & Municipi / ReinvenTIAMO Roma: nella Capitale rinasceranno cinque luoghi abbandonati

ReinvenTIAMO Roma: nella Capitale rinasceranno cinque luoghi abbandonati

0Shares

di Redazione #Roma twitter@GaiaitaliaRoma #Società

 

Entra nel vivo il Programma ReinvenTIAMO Roma per la rinascita di spazi abbandonati grazie al bando internazionale “Reinventing Cities” – avviato dalla C40 Cities Climate Leadership Group – per la realizzazione di progetti di rigenerazione urbana all’insegna della sostenibilità ambientale.

Si tratta di un processo “open source” progettato per essere utilizzato come veicolo per creare ambienti urbani privi di emissioni di carbonio, resilienti e sostenibili in varie Città del mondo.

Un nuovo approccio alla città basato sulla valorizzazione del patrimonio edilizio esistente, pubblico e privato. Il bando internazionale ha l’obiettivo di stimolare sviluppi innovativi a zero emissioni di carbonio a livello globale e attuare le migliori idee per trasformare siti sottoutilizzati in baluardi di sostenibilità sostenendo, allo stesso tempo, la collaborazione attiva tra pubblico e privato.

Roma Capitale partecipa – insieme ad altre 8 città del mondo – al concorso con il programma ReinvenTIAMO Roma che si svilupperà attraverso una call per progetti innovativi mediante manifestazioni di interesse e procedure concorrenziali rivolte a investitori, operatori, progettisti in dialogo con l’amministrazione pubblica e le comunità. I team partecipanti dovranno avanzare proposte creative in termini di contenuti e forma, nonché dimostrare che sia possibile ottenere elevate prestazioni ambientali unitamente ad un’architettura di alta qualità e a benefici per la comunità.

Cinque immobili in gara: Istituto Vertunni nel Municipio V, Ex Filanda nel Municipio VII, Ex Mercato di Torre Spaccata nel Municipio VI, Mira Lanza nel Municipio XI, Stazione Tuscolana nel Municipio VII (in partnership con FS Sistemi Urbani – Gruppo FS Italiane).

L’obiettivo è individuare le funzioni migliori per la trasformazione dei luoghi, condivise e sostenibili dal punto di vista economico, sociale e ambientale. Si punta così a promuovere un’azione coordinata di trasformazione urbana anche attraverso il coinvolgimento di enti pubblici e organizzazioni rappresentative del mondo dell’imprenditoria. Il bando, che prende il via oggi, si divide in due fasi principali: la prima è la fase di manifestazione di interesse; la seconda è di presentazione della proposta.

 

(4 dicembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 




Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi