Home / notizie / Democrazia Solidale-Demos: “Promuovere azioni per il reinserimento sociale dei detenuti significa sicurezza per la società e integrazione per le persone”

Democrazia Solidale-Demos: “Promuovere azioni per il reinserimento sociale dei detenuti significa sicurezza per la società e integrazione per le persone”

di Redazione #Politica twitter@gaiaitaliacom #Sociale

 

“Promuovere azioni per il reinserimento sociale dei detenuti significa sicurezza per la società e integrazione per le persone”. Su questa base comune di lavoro si è svolto il primo incontro tra Carmelo Cantone, nuovo Provveditore dell’Amministrazione Penitenziaria di Lazio, Abruzzo e Molise e Paolo Ciani, capogruppo di Democrazia Solidale alla Regione Lazio. Un confronto nel quale sono stati trattati i temi centrali su cui Regione e Provveditorato lavorano quotidianamente in una realtà amministrativa e detentiva complessa come quella del Lazio: 14 istituti penitenziari presenti sul territorio, 2 reparti ospedalieri per detenuti, 5 residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza (REMS), oltre 6500 persone detenute che rappresentano il 10% del totale in Italia (quasi 61 mila al 30 settembre 2019).

Nell’incontro sono stati affrontati molti temi: la necessità di armonizzare le procedure con le ASL del territorio in cui si trovano gli istituti penitenziari, la salute mentale di un numero crescente di detenuti, le condizioni di operatività del personale di Polizia penitenziaria e dell’area civile, l’idea di creare una rete tra le varie competenze della Regione in materia di formazione, lavoro e scuola insieme all’amministrazione penitenziaria.

Il confronto ha messo al centro alcuni punti nevralgici della situazione delle carceri, grazie anche alle specifiche competenze dei due rappresentanti di Regione e Provveditorato. Paolo Ciani, gia’ volontario nelle carceri del Lazio per lunghi anni, come vicepresidente della Commissione Sanità e Affari Sociali della Regione ha proposto diversi emendamenti che sono stati inseriti nel Piano sociale regionale, riguardanti l’attivazione dell’Osservatorio salute in carcere, il potenziamento di progetti su giustizia riparativa e mediazione penale. Carmelo Cantone e’ stato direttore in diversi istituti italiani, tra i quali Rebibbia Nuovo Complesso a Roma, poi Provveditore regionale in Toscana e in Puglia-Basilicata.

Dallo scorso anno, Ciani sta conducendo una serie di visite in alcune carceri del Lazio (Viterbo, Latina, Rebibbia Nuovo Complesso, Rebibbia Femminile e Regina Coeli) e nelle Rems di Palombara Sabina e Ceccano. L’incontro con il rappresentante del provveditorato e’ un passo importante per una collaborazione sinergica tra le due amministrazioni”.

 

(24 ottobre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 




Comments

comments

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi