Pubblicità
8.6 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeNotizie#RaggiX di Giulia Tempesta: di quelli che un anno e mezzo fa...

#RaggiX di Giulia Tempesta: di quelli che un anno e mezzo fa si sono candidati con tante belle parole

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giulia Tempesta, twitter@giuliatempesta

 

 

Inizio a pensare che non sia nemmeno più di tanto colpa del Movimento 5 Stelle, di quelli che un anno e mezzo fa si sono candidati con tante belle parole (e evidentemente poche intenzioni!) per amministrare la Capitale del Paese.

A volte penso che non serva infierire, mettere il dito nella piaga, con chi non è capace. Ma di fronte alla meschinità e all’arroganza di chi continua a portare avanti la favoletta di essere sempre migliore di qualcun’altro, soprattutto di quelli che c’erano prima, io non ci sto.

Dopo 16 mesi di amministrazione Raggi non possiamo parlare soltanto di dilettanti allo sbaraglio. Se prima chiedevano del tempo per approfondire i temi, leggere le carte, studiare, elaborare proposte, oggi, dopo 16 mesi mi chiedo: quanto altro tempo serve?

Un esempio della loro inefficienza? L’ultima settimana l’Assemblea Capitolina è stata revocata per mancanza di delibere, cosa già accaduta altre volte in passato. Non solo, a lanciare l’accusa di “assenteismo” nei confronti della giunta Raggi, sono stati gli stessi consiglieri della maggioranza attraverso le pagine della stampa romana (mentre Paolo Ferrara gridava al complotto) . Il classico cane che si morde la coda. La scarsa produzione di atti non è soltanto una questione circoscritta al Comune. Anche nei municipi “pentastellati” si contano col conta gocce: nei 12 Municipi guidati dal Movimento 5 Stelle si contano il 30% di atti in meno rispetto alle scorse amministrazioni.

E’ del tutto evidente quanto sia urgente una riforma strutturale della governance della Capitale e dei 15 municipi che sempre di più stentano nel dare risposte concrete ai cittadini. Certo, servirebbero più fondi a disposizione, senza dubbio, ma senza una programmazione e una visione complessiva di come e cosa deve essere la Roma di oggi e di domani, non si va da nessuna parte.

Questo deve essere il tarlo quotidiano di ogni singolo consigliere, assessore, amministratore di questa città. È del tutto evidente che il Movimento 5 Stelle capitolino non ce l’ha, lasciatevelo dire da chi ha il “privilegio” di poterli vedere da vicino.

Roma è ferma. Lo sanno le opposizioni, lo sanno le forze sociali, lo sanno le forze produttive di questa città. Non si governa a suon di tweet e di comunicati stampa, la campagna elettorale è finita da un pezzo, ma forse questo ancora non è molto chiaro. Continuano a parlare di complotti e di accerchiamento quando i primi nemici sono loro stessi.

Così sono passati i primi 16 mesi. Quanto altro tempo deve passare affinché si rendano conto che il timone della nave, che sta lentamente affondando, è nelle loro mani?





(23 ottobre 2017)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO