Pubblicità
16.1 C
Roma
Pubblicità

ROMA

Pubblicità

ROMA SPETTACOLI

HomeNotizieVirginia Raggi ne dice una giusta: "La Marcia su Roma non può...

Virginia Raggi ne dice una giusta: “La Marcia su Roma non può e non deve ripetersi”

GAIAITALIA.COM ROMA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di G.G., #Roma

 

E venne il giorno in cui, dopo ripetuti tentativi, Virginia Raggi ne postò una giusta dichiarando il suo “stop” a parole, o meglio, a tweet, alla “marcia su Roma” di Forza Nuova del 28 ottobre in quello che sarebbe uno sfregio vergognoso alla storia d’Italia che avviene nel silenzio tombale di tutte le forze di centrodestra, Berlusconi e Salvini in testa.

E’ con un post sul suo account Twitter che la Sindaca di Roma rende noto il suo “No” alla marcia di Fiore e camerata:

 


dopo una giornata nella quale le forze di centrosinistra hanno continuato ad opporsi con fermezza alla manifestazione celebrativa del Ventennio mussoliniano con Emanuele Fiano in testa ad opporsi alla manifestazione: “Quali iniziative il ministro dell’Interno intende adottare per impedire che l’iniziativa si possa svolgere”, si chiedeva il primo firmatario del ddl contro l’apologia di fascismo che i grillini hanno tacciato di “legge liberticida”. La presidente della commissione Giustizia della Camera Donatella Ferranti, parla di una “provocazione offensiva e pericolosa che va fermata”. Nel frattempo la Questura della Capitale precisava che non è stato ancora formalizzato alcun preavviso della manifestazione, momentaneamente annunciata soltanto via Facebook. Il leader del movimento nazifascista Forza Nuova parla di “Marcia patriottica, non filofascista” – ci vuol coraggio – e Virginia Raggi si rende conto che non può più stare zitta. E da’ voce ad un tweet. Come se contasse.

Purtroppo per lei, e per la sua credibilità, nonostante si apprezzi il suo tentativo di accreditarsi come Sindaca di un movimento tollerante e democratico, l’accusa lanciata dal M5S che l’ha eletta al ddl contro l’apologia di fascismo, definito dai suoi colleghi di movimento, “legge liberticida”La provocazione fa tornare la voce anche a Pippo Civati che a sua volta da’ voce ad un pensiero sensato: “Sciogliere Forza Nuova”.

Tombale silenzio da Forza Italia, Lega di Salvini e Fratelli d’Italia che non sanno che pesci prendere e preferiscono stare zitti, con le elezioni alle porte, capirete, non possono scontentare l’anima nerissima del loro elettorato, già andato in parte ad accasarsi a casa Grillo-Casaleggio. Così assistiamo all’ennesimo scontro politico in difesa dei valori della democrazia contro un movimento di nostalgici che sceglie la data della Marcia su Roma per una nuova simbolica Marcia su Roma ed il cui leader ha la faccia tosta di dire: “Sbaglierebbe il Ministero dell’Interno a vietarla”.

Virginia Raggi ha detto finalmente una cosa sensata. Questo non basta per farci credere che sia così lontana dall’anima nera che da’ vita a certi pericolosi nostalgici.

 

 

(6 settembre 2017)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

PubblicitàCOLORS SALDI SS23

CRONACA ROMA & LAZIO