Home / Campidoglio & Municipi / Il M5S Diaco alla Caritas: “Basta pasti serali ai clochard”, sporcano. Ma poi non l’ha detto…

Il M5S Diaco alla Caritas: “Basta pasti serali ai clochard”, sporcano. Ma poi non l’ha detto…

di G.G., Roma

 

 

 

 

 

Non c’è soltanto il New York Times a riportare bufale sul M5S, è proprio un complotto mondiale ordito mondialmente [sic] affinché la bugiardaggine del Movimento del Sacro Blog venga sbugiardata. A Roma, dove ci sono problemi così importanti che impediscono persino a Raggi la Favolosa di fare la Sindaca, Daniele Diaco, presidente della commissione Ambiente di Roma Capitale e consigliere capitolino del M5s, avrebbe “consigliato” alla Caritas di non somministrare più pasti serali ai clochard di Colle Oppio e di Piazza Vittorio perché “sporcano” e c’è bisogno di mantenere il decoro urbano.

Posto che per mantenere il decoro urbano basterebbe che AMA ripulisse le strade e che la Sindaca si degnasse di trovare soluzioni decenti al problema della spazzatura ovunque, invece di pensare a frigoriferi semoventi che si spostano per Roma per sabotare la sua giunta già sabotata da indagati (tra i quali lei), corrotti, arresti e fughe di massa dette gentilmente dimissioni, la richiesta di Diaco, riportata dall’agenzia DIRE e ripresa dai maggiori quotidiani, tutti parte del complotto mondiale ordito mondialmente [sic] contro il M5S, non c’è mai stata.

E’ con un comunicato stampa che è giunto alla nostra redazione che lo stesso Diaco si indigna e ci informa: “Non ho mai invitato la Caritas a non somministrare i pasti serali ai clochard, come invece ha erroneamente riportato l’agenzia di stampa Dire. Lungi da me un’idea del genere. In commissione Ambiente ho semplicemente affermato la necessità di studiare, insieme alle associazioni di volontariato, una soluzione per lasciare puliti il parco di Colle Oppio ed i giardini di piazza Vittorio”, a parte la proprietà di linguaggio [sic] noterete che le parole di Diaco trasudano umana compassione per chi non ha i mezzi per mangiare e deve rivolgersi alla Caritas. “Se avessi voluto fare un appello alla Caritas” continua l’esponente del M5S “mi sarei rivolto direttamente ai responsabili dell’associazione che compie un servizio che apprezzo da sempre e che giudico importante per dare assistenza ai tanti bisognosi nella nostra città. Nessuno deve rimanere indietro ma senza rinunciare al decoro e alla pulizia di Roma”; punteggiatura a parte, invece di parlare a vanvera di decoro e pulizia, e senza scomodare i clochard che magari di decoro e pulizia sentono a loro volta terribilmente il bisogno, il buon Diaco potrebbe rivolgersi alla sua Sindaca delle Inefficenze ed alla sua Giunta dell’Inconcludenza per trovare soluzioni che con la dignità della vita, e non con la gestione del potere, abbiano a che fare.

 




(4 maggio 2017)

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata



 

 

Comments

comments

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi